«Burning Ruins Metal Fest 2014»

Data dell'Evento:
19.09.2014

 

Nome dell'Evento:
Burning Ruins Metal Fest 2014

 

Band:
Natron [MetalWave] Invia una email a Natron [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Natron [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Natron
Sawthis [MetalWave] Invia una email a Sawthis [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Sawthis [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Sawthis [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Sawthis [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Sawthis [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Sawthis
Subliminal Crusher [MetalWave] Invia una email a Subliminal Crusher [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Subliminal Crusher [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Subliminal Crusher [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Subliminal Crusher [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Subliminal Crusher [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Subliminal Crusher [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di Subliminal Crusher [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Subliminal Crusher
Ibridoma [MetalWave] Invia una email a Ibridoma [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Ibridoma [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Ibridoma [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Ibridoma
Hellraiser [MetalWave] Invia una email a Hellraiser [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Hellraiser [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Hellraiser [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Hellraiser [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Hellraiser
V. [MetalWave] Invia una email a V. [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di V. [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di V.

 

Luogo dell'Evento:
Anfiteatro Romano

 

Città:
Terni (TR)

 

Promoter:
Bipede Booking & Production [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Bipede Booking & Production .
Ministero del Metallo [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Ministero del Metallo .
Terni On [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Terni On

 

Autore:
Alcio»

 

Visualizzazioni:
4475

 

Live Report

[MetalWave.it] Immagini Live Report: I Natron e qualche "ospite" sullo stage La città di Terni ha deciso di fare le cose in grande quest'anno, e così al posto di una "semplice" notte bianca ha organizzato un weekend intero di eventi notturni di ogni genere nelle varie piazze cittadine, per un totale di circa 70 eventi in 3 giorni!
Il volenteroso Simone Zampetti di Bipede Booking si è perciò prodigato nell'organizzare, coadiuvato dal Ministero del Metallo, anche la seconda edizione del Burning Ruins Metal Fest, ribattezzandolo Terni Off, nel bellissimo scenario dell'Anfiteatro Romano (le rovine a cui si ispira il nome dell'evento) dei Giardini de "La Passeggiata", in pieno centro storico a Terni.
Grazie al tam-tam degli organizzatori si è riusciti ad avere una serata di tutto rispetto che ha catalizzato l'attenzione dei circa 500 metallari umbri (e non solo) che sono accorsi per ridere, bere, scherzare, pogare e divertirsi insieme a vecchi e nuovi amici!
Ma passiamo a raccontare nel dettaglio alla serata.

Aprono le danze gli spoletini V, un terzetto dedito ad uno stoner di stampo classico, piuttosto potenti e dai meccanismi bene oliati. Nonostante il palco fosse davvero grande, i tre hanno anche saputo tenere testa ai metallari accorsi che piano piano iniziavano ad affluire sotto palco.
A seguire gli Hellraiser da Città di Castello, forti del loro power metal di stampo classico che prende ispirazione dai Judas Priest e da molti gruppi teutonici di metà anni 90.
Il quintetto altotiberino ha davvero eseguito una buona performance, sia dal punto di vista esecutivo, sia da quello visivo ed ha dato buona prova di sé.
Terzi in scaletta i maceratesi Ibridoma, ed il loro heavy metal molto inglese. I ragazzi hanno eseguito alcuni dei loro brani più rappresentativi senza lesinare forze e sudore, riuscendo a "riempire" il palco, anche grazie alla performance del loro cantante, un novello Bruce Dickinson per quello che riguarda i salti e le corse da una parte all'altra dello stage. Durante il loro show, si è iniziato a vedere il primo timido accenno di pogo e di wall-of-death.
Dopo un veloce cambio di palco, verso le 22 salgono sul palco i ternani Sublinal Crusher, i quali forti della loro esperienza e del fatto di giocare in casa hanno davvero calato diversi assi ed infiammato il moshpit. "Bored", "Affection", "Three Steps To Slay" ed un inedito del prossimo, imminente CD, sono solo alcuni dei brani che più sono piaciuti agli spettatori che hanno ripagato il quintetto di un bel pogo forsennato sotto palco!
Penultima band in scaletta, i teramani Sawthis, che nonostante i cambi di formazione e gli aggiustamenti stilistici, non hanno perso un grammo della loro innata forza e potenza. Che la band sia bene amalgamata si sente sia dalle loro composizioni (senza fronzoli ma curate allo stesso tempo) sia dall'impatto sul pubblico, dovuta alla lunga gavetta e ai vari tour europei che hanno sostenuto. Una delle band italiane migliori che vi può capitare di vedere dal vivo. Durante il loro show, oltre ad un bel mosh-pit si è iniziato a vedere lo stage-diving, come da anni non mi capitava!
Chiudono le leggende del death-metal italiano: i Natron, da Bari.
Penso non abbiano bisogno di presentazioni ulteriori, ma trovo doveroso comunicare che sono da poco usciti con un EP, "Virus Cult" e che hanno iniziato il loro tour di supporto del nuovo materiale proprio al BRMF14.
I cinque hanno sciorinato brani dal loro intero repertorio, e non si sono davvero risparmiati, penso pure fomentati dal macello che si è generato sotto palco, e che ha portato ad uno stagediving di massa (compreso quello del singer Nicola, che più volte si è lasciato cadere sul pubblico e si è fatto trasportare), con momenti di terrore per i tecnici di palco che dovevano andare a reinserire jack, spine, riposizionare cavi, microfoni eccetera!
Alle 1:30 del mattino, dopo 5 ore abbondati di metal, il Burning Ruins Metal Fest 2014 si è chiuso tra abbracci, birre e tanto sudore!

Concedetemi alcune piccole considerazioni finali.
Innanzi tutto, sono contento che l'evento abbia avuto un così grande riscontro di pubblico.
Per tanti motivi... non ultimo per lanciare un messaggio a chi crede che gli eventi "giusti" per una notte bianca siano da ricercare solo tra gruppi di latino-americano, liscio e/o sfigati da piano-bar!
Altro motivo di vanto, parlando poi con i ragazzi delle varie band che hanno partecipato, il fatto che si sia riusciti ad avere una location così bella ed importante per una serata metal ed un pubblico così importante in una città di medie dimensioni come Terni, quando eventi in città più grandi non portano più di 50 persone nei locali.
Merito indubbiamente del Ministero del Metallo e del lavoro alacre dell'organizzazione in generale!
Un grazie a tutti i ragazzi che erano con me sotto palco a pogare ed incitare le band sul palco: sono pieno di lividi, graffi e dolori di varia natura, ma era da almeno 10 anni che non vedevo tutto questo casino ad un concerto... tant'è che iniziavo a disperare che i metallari avessero più quella sana follia e voglia di autolesionismo ai concerti!
Ultimo grazie anche alla città di Terni: mi aspettavo che qualcuno avrebbe chiamato la Polizia per il "rumore", ed invece si è riusciti ad arrivare fino alle 1:30 senza che nessuno interrompesse la festa!
Ci vediamo alla prossima edizione del Burning Ruins Metal Fest?
Mi auguro di si.... dobbiamo solo attendere il 2015!

 

Immagini della Serata

 

Recensione di Alcio Articolo letto 4475 volte.

 

Articoli Correlati

News
Live Reports
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.