Ibridoma «Night Club» (2012)

Ibridoma źNight Club╗ | MetalWave.it Recensioni Autore:
Barbaro »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
1747

 

Band:
Ibridoma
[MetalWave] Invia una email a Ibridoma [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Ibridoma [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Ibridoma [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Ibridoma

 

Titolo:
Night Club

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Christian Bartolacci - Vocals
Marco Vitali - Guitar
Daniele Monaldi - Guitar
Leonardo Ciccarelli - Bass
Alessandro Morroni - Drums

 

Genere:

 

Durata:
34' 16"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
2012

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Gli Ibridoma a soli due anni dall’uscita del loro ultimo disco tornano in auge con il successore dell’omonimo Ibridoma: Night Club.
L’evoluzione del gruppo e’ palpabile sotto ogni aspetto: i suoni sono migliori piu’ taglienti e meno “artificiali” e gli stessi arrangiamenti sembrano piu’ maturi ed elaborati. Il livello della tecnica compositiva e’ invece rimasto alto, in sostanza sui livelli cui ci avevano gia’ abituato nei lavori precedenti.
Mi piace sia la parte ritmica che quella melodica ma cio’ che mi piace di piu’ sono i colori della voce di Christian pulita nei punti giusti e viziosa quando serve. Va detto che in alcuni passaggi si sentono influenze che abbassano un po’ il livello di originalita’ dei pezzi ma d’altronde il genere degli Ibridoma e’ stato suonato per cosi tanto tempo che trovare degli spazi nel livello compositivo la vedo un’impresa ardua se non impossibile.
Ad ogni modo gia’ l’opener Eagles from the Sky e’ un pezzo che a mio parere e’ degno di nota, come anche la successiva: Cold Light of Moon che per altri versi cioe’ l’immediatezza e la velocita’, soddisfa e convince.
La title track che suona su ritmi piu’ lenti da’ invece spazio alla voce viziosa di cui parlavo prima, qui Christian cambia colore di continuo e quasi fa credere che i cantanti siano piu’ di uno: stupefacente.
7 Days of Death, Why Do You Feel Alone e Last Supper invece passano via con meno incisivita’, sempre di livello ma non di quello ascoltato finora e questo nonostante il bellissimo arpeggio iniziale di Why Do You Feel Alone. Businessmen poi rialza il divertimeno che sfocia del tutto nella conclusiva Face to Face per finire con un pezzo catchy ma non anonimo.
Gli Ibridoma mostrano carattere e, come diceva un vecchio spot, fanno le cose per bene. Il lavoro a partire dal materiale promozionale annesso per finire con l’ultima nota del disco, denota serieta’ e professionalita’ e vi assicuro che in certi ambiti non sono per niente scontate.

Track by Track
  1. Eagles from the Sky 85
  2. Cold Light of Moon 85
  3. Night Club 80
  4. 7 Days of Death 75
  5. Why Do You Feel Alone 75
  6. Last Supper 75
  7. Businessmen 80
  8. Face to Face 85
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 95
  • Qualità Artwork: 65
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 95
Giudizio Finale
81

 

Recensione di Barbaro » pubblicata il --. Articolo letto 1747 volte.

 

Articoli Correlati

News
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.