«BRMF Afertparty»

Data dell'Evento:
18.09.2015

 

Nome dell'Evento:
BRMF Afertparty

 

Band:
S.R.L. [MetalWave] Invia una email a S.R.L. [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di S.R.L. [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di S.R.L. [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di S.R.L. [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di S.R.L. [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di S.R.L. [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di S.R.L. [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di S.R.L. [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di S.R.L.
Subliminal Crusher [MetalWave] Invia una email a Subliminal Crusher [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Subliminal Crusher [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Subliminal Crusher [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Subliminal Crusher [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Subliminal Crusher [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Subliminal Crusher [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di Subliminal Crusher [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Subliminal Crusher
Strider [MetalWave] Invia una email a Strider [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Strider [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Strider [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Strider
Traktor
Skarrex

 

Luogo dell'Evento:
Anfiteatro Romano

 

Città:
Terni (TR)

 

Promoter:
Ministero del Metallo [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Ministero del Metallo

 

Autore:
Wolverine»

 

Visualizzazioni:
3040

 

Live Report

[MetalWave.it] Immagini Live Report: La prima band ad esibirsi sul palco Visto l’incredibile successo riscontrato della III edizione del BRMF all’interno dello scenario Anfiteatro romano in Terni recentemente il 12/07/2015, lo scorso 18/09 si è tenuta nel medesimo luogo in Terni un’edizione pre - autunnale del BRMF denominata “Afterparty”, organizzata dal Ministero del Metallo ed appoggiata dall’organizzazione cittadina di eventi artistici Terni On, nella quale, nonostante la presenza in contemporanea della notte bianca e dei vari concerti svoltisi all’interno delle piazze cittadine, ha richiamato l’attenzione di un elevato numero di partecipanti provenienti da tutta l’Umbria e non solo. Le cinque band che hanno affrontato ed intrattenuto la folla e che si sono succedute l’una con l’altra, in ordine di esecuzione Skarrex, Traktor, Strider, i Subliminal Crusher egli SRL, si sono date da fare in maniera incredibile, soprattutto le ultime due band nelle quali sia il bassista che il batterista hanno suonato qualcosa come oltre venti brani senza mai fermarsi. Le ultime due band che hanno intrattenuto a colpi di death e thrash metal il pubblico antistante il palco sono stati i Subliminal Crusher e in Headliner gli SRL, band queste entrambe ternane.
Hanno varcato per primi il palco di questa edizione del BRMF Afterparty gli Amerini SKARREX i quali, nei loro sei brani suonati a colpi di Nu Metal e Cross over, hanno iniziato a scaldare sin da subito l’atmosfera. Le ritmiche sono state eseguite su parametri variabili che sono state comunque in grado di realizzare momenti di maggiore coinvolgimento rispetto ad altri offrendo sostanzialmente un ruolo ben compatto; riff taglienti ed aggressivi ben supportati anche dal carisma espressivo della parte cantata. Conclude i brani una cover dei Sepultura “Roots bloody roots” rivisitata dai ragazzi in maniera personale che desta comunque soddisfazione tra i presenti.
Terminata la performance degli Skarrex salgono sul palco i Viterbesi TRAKTOR, band di recente formazione che propone un Thrash quasi vecchia scuola ed emerge sin da subito con l’intro di apertura che scatena ulteriormente gli animi dei presenti richiamando l’attenzione anche dei più distanti; le ritmiche su di giri fanno la forza di questa band, anche se appare un po’ troppo marcato l’uso del delay sui lead solo che nonostante tutto offrono comunque un corretto sfondo all’interno dei brani; lo stile della band richiama un po’ alla memoria band d’un tempo lasciando entusiasmo tra i presenti; i timbri vocali tutto sommato non offrono un’ottimale riuscita probabilmente a causa della regolazione dei volumi che danno prevalenza al sound delle chitarre. Sul finale sembra però che si sia persa un po’ la concentrazione iniziale e si genera più confusione che musicalità anche a causa dell’animosità sul sottopalco da parte dei presenti. Tra i vari titoli dei brani tra cui Cavalca la Vacca, Ruba Galline ed quant’altro, la band propone il brano Wrathchild, cover degli Iron Maiden, con un risultato quasi apprezzabile.
Salgono sul palco i Perugini STRIDER, storica Death Metal Band che offre una cruenta musicalità con alternanza melodica generata anche dalla presenza del synth; i musicisti sono a loro agio, le ritmiche compatte nella giusta misura offrono comunque l’opportunità di seguire nel minimo dettaglio i singoli passaggi; anche gli apparati distorti lasciano una buona impronta. La band è prevalentemente ispirata a Children of Bodom, Blind Guardian e Arch Enemy; il sound generato è una corretta miscela tra metal classico e moderno con l’immissione di elementi maggiormente estremizzati che ben emergono nel corso di tutta l’esecuzione. Gli otto brani suonati si susseguono l’uno con l’altro in maniera assolutamente coinvolgente anche se verso la fine si inizia a fomentare maggiormente per l’inserimento sul palco delle ultime due band che chiuderanno la manifestazione.
Si inizia a riempire quasi del tutto il sottopalco pregno di giovani in fomento per i successivi SUBLIMINAL CRUSHER, band ternana anch’essa all’attivo da molti anni nell’ambito Thrash death metal, che sfodera immediatamente tutta la propria energia aprendo con il brano Armageddon per il quale la folla già pronta, inizia subito a spingersi e a pogare per quasi tutta l’intera performance di questi giovani. I brani si susseguono l’uno con l’altro anche grazie alle ottime capacità ed esperienza professionale di alcuni degli artisti presenti nel suo interno. Le ritmiche della batteria sono a livelli stellari, doppia cassa, rullante, crash, e chi più ne ha più ne metta, sono suonati senza esagerare alla Dave Lombardo; anche il basso con le sue eccelse doti offre una incredibile esecuzione, le due chitarre, con il loro sound ruvido al punto da rilasciare un effetto magnetico, si alternano meravigliosamente tra riff e lead solo. La parte canora, sempre in modalità growl, sorprende il pubblico con la sua cattiveria e la sua grinta. I dieci brani, tra cui un inedito che sarà presente nel prossimo album della band, non calano mai un solo istante, l’energia e la forza del sound è semplicemente meravigliosa ampli calibrati e in grado di non prevalere mai l’uno sull’altro.
Terminata la carneficina dei Subliminal Crusher, restano sul palco sia il Batterista che il Bassista entrambi nuovamente impegnati con la band che conclude questo festival ovvero i grandi SRL, altra band Thrash Metal ternana musicalmente impegnata sin dal 1992 e che nel corso di tutti questi anni, con numerosi album alle spalle, ha partecipato a festival nazionali ed internazionali affiancando metal band mondiali. La stanchezza, nonostante i dieci brani già suonati e gli altrettanti successivi da realizzare non si ravvisa minimamente sin dall’apertura del primo brano “La Sentenza” dove oramai, con un sottopalco incredibilmente colmo, tutti sono in pieno fomento: le chitarre avvolgono i presenti nelle loro incredibili ritmiche e nel loro inconfondibile sound, il pogo non si è fermato un attimo per la potenza e la vivacità regalataci. La parte canora è stupefacente, grinta, energia, voglia di liberarsi di tutto e non pensare a nulla è la ricetta migliore offertaci dalla musicalità di questa grande band. I brani, tutti eseguiti in maniera impeccabile, in chiusura richiedono da parte dei presenti anche il bis. L’esecuzione lascia di stucco, le ritmiche sono micidiali, anche qui la potenza del sound è incredibilmente nitida e forte e si percepisce nel corso dell’esecuzione dei brani l’esperienza di tutti i membri del gruppo.

 

Immagini della Serata

 

Recensione di Wolverine Articolo letto 3040 volte.

 

Articoli Correlati

News
Live Reports
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.