AA.VV. «Gargano Rock I» (2017)

Aa.vv. «Gargano Rock I» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
14.08.2017

 

Visualizzazioni:
543

 

Band:
AA.VV.

 

Titolo:
Gargano Rock I

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Artisti Vari

 

Genere:
Rock

 

Durata:
43' 53"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
20.06.2017

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Normalmente per quanto riguarda le compilation di artisti vari, a metalwave non possiamo fare altro che dare una sufficienza politica e un salomonico “senza voto” a tutti i brani presentati, un po’ perché magari già editi, un po’ perché comunque da uno o due brani non puoi farti un’idea di una release, figuriamoci di una discografia di una band. Non è però questo il caso della prima compilation Gargano Rock, che ci presenta 9 brani per circa tre quarti d’ora di musica di gruppi i cui brani non so se sono già editi, cosa che ha reso l’ascolto obbligatorio invece che un giudizio sommario.
E purtroppo, pur rispettando l’onestà e la genuinità della proposta musicale, secondo me la proposta musicale qui presentata è di livello medio-basso. I primi due brani di Alex Cantaluddi sono rappresentati da una “Change the World” non spaccamontagne ma comunque discreta, che nonostante una drum machine un po’ finta, incertezze della voce nel ritornello e una evidente devozione ai Pink Floyd si riesce comunque a far apprezzare, ma la curiosità viene neutralizzata da una “Take a breath” insignificante, strumentale e dall’introduzione lunga che sembra più che altro un tema un po’ lavorato e proposto così com’è, fine a sé stesso. Meglio, ma non di molto, gli Skullfire, che propongono un rock morbido e atmosferico, con alcune parti azzeccate ed altre decisamente troppo allungate (2 brani per quasi 15 minuti di musica) o già sentite. La loro proposta non è male, ma ha bisogno di maturazione per poter eccellere. Male invece Holdblackdog, progetto solista che propone un metal molto acerbo e dozzinale che non mi ha colpito affatto. Non consideriamo le ultime tre tracce, che sono solo delle cover peraltro neanche diverse dall’originale.
In conclusione, a parte le prime due bands, non malaccio ma comunque non perfette, questa compilation resta qualcosa di poco speciale. Applichiamo lo stesso sistema dei voti detto sopra poiché magari sulla lunga distanza e in una vera propria release si potrebbe comprendere meglio la direzione musicale, ma ora come ora il livello musicale resta quello che abbiamo descritto sopra.

Track by Track
  1. Alex Cataluddi – Change the World S.V.
  2. Alex Cataluddi – Take a breath S.V.
  3. Skullfire - Red storm S.V.
  4. Skullfire - Wandering soul S.V.
  5. HoldBlackDog - Crazy Forgotten S.V.
  6. HoldBlackDog - Black Day S.V.
  7. Andrea Fantini - Man In The Box S.V.
  8. 70's Tribute Rock Band - Another brick in the wall S.V.
  9. 70's Tribute Rock Band - Little Wing S.V.
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 60
  • Qualità Artwork: 60
  • Originalità: 60
  • Tecnica: 60
Giudizio Finale
60

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 14.08.2017. Articolo letto 543 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.