Derdian «New Era (Part I)» (2005)

Derdian «New Era (part I)» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Glory Rider »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
1231

 

Band:
Derdian
[MetalWave] Invia una email a Derdian [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Derdian [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Derdian [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Derdian [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Derdian [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Derdian [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Derdian

 

Titolo:
New Era (Part I)

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Joe: Lead Vocals, Backing Vocals
Enrico Pistolese: Rhythm Guitars, Backing Vocals
Marco Garau: Keyboards, Backing Vocals
Dario Radaelli: Lead Guitars
Fulvio Manganini: Bass
Salvatore Giordano: Drums

 

Genere:

 

Durata:

 

Formato:

 

Data di Uscita:
2005

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Hails! Benvenuti di nuovo, miei cari web visitatori; Glory Rider è lieto di introdurvi nel mistico, surreale mondo Fantasy dei Derdian, Power Symphonic Metal band da brivido di cui vi parlerò oggi! :D Per caso sentivate la mancanza delle sonorità tipiche del Power Symphonic italiano ed europeo che a metà degli anni ’90 ha invaso il mercato Metal mondiale, con validi rappresentanti come Rhapsody, Labyrinth, Desdemona, Vision Divine, Stratovarius periodo “Episode”, ecc…? Eccovi una valida alternativa, che senza risultare un clone delle band ben più note appena citate può equamente emozionarvi: all’interno di “New Era (Part I)”, il lavoro che poggia ora sopra il mio tavolo, troviamo infatti 11 tracce di buon Metal sinfonico molto tendente al Power e non sdegnante di sconfinamenti sonori ai limiti del tipico riffing Thrash (come accade per alcune ritmiche dell’ottima “Anubi’s Call” e per la terremotate intro di “Crystal Lake”); cori altisonanti, parti riflessive, fraseggi neoclassici ed armonie barocche danzano all’interno di questo album come pedine impazzite, creando un sound molto particolare e molto piacevole :D ! La cura delle strutture dei brani è un altro punto forte, sia per le song più di impatto, che per le song più estese cronologicamente, che sanno non risultare prolisse! Le tematiche trattate, come c’è da aspettarsi, solcano i provatissimi campi dell’Epic, del Fantasy e della mitologia antica, ma con gusto e cura. La qualità audio è buona, al livello delle attuali produzioni Metal e le sonorità proposte, ripeto, sono piacevoli e molto curate. Verso la conclusione del disco, giunge anche una splendida ballad, molto ampia e da ottimi sapori acustici, che mi ha molto emozionato. Veramente un ottimo lavoro per i Derdian, che finalmente dopo due demo e diversi cambi di line-up giungono finalmente alla release di un full-lenght album, che dimostra la maturità della band e che propone buoni propositi per il futuro, se la strada percorsa rimarrà quella intrapresa! Complimenti veramente, ragazzi! Promossi senza dubbio alcuno! Mi raccomando, in bocca al lupo, testa sulle spalle per le scelte future ed a risentirci presto! Un salutone ai Derdian ad a tutto il pubblico di Metal Wave! Il sipario si chiude…

Track by Track
  1. Incipit 75
  2. Beyond The Gate 85
  3. Eternal Light 85
  4. Nocturnal Fires 75
  5. Anubi’s Call 75
  6. Incitement 70
  7. Screams Of Agony 85
  8. Where I Can Fly 95
  9. Crystal Lake 80
  10. Entering The Cage 80
  11. Cage Of Light 90
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 80
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
80

 

Recensione di Glory Rider » pubblicata il --. Articolo letto 1231 volte.

 

Articoli Correlati

Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.