«UNDER METAL FLAG FESTIVAL»

Data dell'Evento:
15.04.2023

 

Nome dell'Evento:
UNDER METAL FLAG FESTIVAL

 

Band:
Karmian [MetalWave] Invia una email a Karmian [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Karmian [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Karmian [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Karmian [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Karmian [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Karmian [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Karmian
Kryptonomicon [MetalWave] Invia una email a Kryptonomicon [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Kryptonomicon [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Kryptonomicon [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagine GooglePlus di Kryptonomicon [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Kryptonomicon [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di Kryptonomicon [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Kryptonomicon
Sonum [MetalWave] Invia una email a Sonum [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Sonum [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Sonum [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagine GooglePlus di Sonum [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Sonum
Merciless Attack [MetalWave] Invia una email a Merciless Attack [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Merciless Attack [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Merciless Attack [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagine GooglePlus di Merciless Attack [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Merciless Attack
Innerload [MetalWave] Invia una email a Innerload [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Innerload [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Innerload [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Innerload [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Innerload [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Innerload [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Innerload [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di Innerload [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Innerload

 

Luogo dell'Evento:
Krach Club

 

Città:
Monastier di Treviso (TV)

 

Promoter:
UNDER METAL FLAG [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di UNDER METAL FLAG

 

Autore:
Varoots 72»

 

Visualizzazioni:
655

 

Live Report

[MetalWave.it] Immagini Live Report: INNERLOAD In quel di Treviso al Krach Club di Monastier sabato scorso, 15 aprile, si è tenuta la prima edizione dell' Under Metal Flag Festival, evento organizzato appunto dalla pagina facebook-webzine Under Metal Flag, gestita da appassionati profondi del Metal e promotori dell'underground nazionale.
L'affluenza è stata più che buona, oltre 150 presenze che hanno riempito il locale e acclamato le 5 band del bill decisamente estremo.
Il Krach è un locale molto particolare e unico, sia per l'accoglienza dei gestori sia per la location molto suggestiva e dall'aspetto puramente rock'n'roll. L' evento si è svolto sul palco interno per cause legate al meteo incerto di questo periodo, ma l' ampia parte esterna coperta è stata molto utile perché gli ospiti potessero abbeverarsi e acquistare dai 5 banchi allestiti il merchandise delle band, protagoniste di questa intensa serata .
Aprono le danze puntualmente alle 20.30 gli INNERLOAD, band veneziana con 2 album all'attivo, e un terzo in saccoccia, che ha dimostrato di aver cambiato decisamente il tiro, passando da un heavy metal abbastanza classico ad un thrash potente con inserti death melodici, ottima la prestazione del cantante Marco che ha decisamente lasciato il segno tra i presenti, con Song intense come "Tears of Blood", "Aokigahara" e "Mater Tenebrarum".
È il turno di un'altra band del veneziano i Merciless Attack con il loro thrash fedelissimo alla vecchia scuola, iniziano e partono in sesta senza tregua sin dalla opener e il pubblico più giovane si lascia andare nel pogo più sfrenato !!
I quattro giovani thrashers catalizzano tutta l'attenzione dei presenti con riff veloci e song spaccaossa come Re-animator, Nuclear Tsunami o Totaler Krieg, una prestazione assolutamente perfetta e coinvolgente, alla fine il pubblico chiede il bis ma l'organizzazione è cronometrata e quindi al cantante/bassista Alex Punzo non resta che esortare i fan a compare il disco.

La terza band a calcare il palco sono i Sonum, con una proposta decisamente interessante, un death metal atmosferico e disarmonico, i cinque vicentini dimostrano una gran preparazione tecnica passando da momenti più Doom e catatonici a sfuriate micidiali, la batteria tra controtempi e doppio pedale dimostra molta versatilità toccando passaggi addirittura progressive, una band che ha catturato l'attenzione proprio per il loro particolare sound. La band ha all'attivo un album da cui vengono proposti pezzi come The Poison We create, New Omega e il mio preferito Last Them Breathe.
Tra i vari cambi palco il dj Saint Kate, alias Maury Bert, intrattiene gli scatenati metallari con calssici del genere .
È la volta dei Kryptonomicon, band di Gorizia, che è ormai ben conosciuta in Veneto per varie date live, 2 album apprezzati.dalla critica e un terzo in lavorazione, il mastodontico e pazzerello Luca Sterle alla voce è particolarmente carico e con la sua ascia reggi microfono comincia a sbraitare tutta la sua rabbia accompagnato dalle chitarre dell'ottimo Stefano Rumich e da una sezione basso e batteria devastante.
Il live dei Kryptonomicon è sempre un delirio, con questi riff che sguazzano nel marcio songwriting anni 80 passando per quello stile thrash-black dei .maestri indiscussi Venom e Celtic Frost, ma con un'impronta decisamente personale.
Sfoderano brani dal primo album come Baron Blood e Thousand Cats, e poi i nuovi brani dal secondo come La Ira de Dios , La Dame du Christ e Path of Lust, il pubblico è in completa esaltazione e partono anche gli stage diving !
Ultima band della serata, quella venuta da Più distante, i modenesi Karmian, fautori di un pauroso swedish death metal, un tiro pazzesco e molto epico in tanti punti, Andrea il cantante regge bene il rapporto con gli ospiti, che acclamano la band e entrano subito in empatia pezzo dopo pezzo, tratti dal loro Ep e dal successivo primo album, song come The Alliance, See no Evil, Total War ...e al terzo pezzo c'è spazio anche per una cover degli Amon Amarth, che surriscalda per bene gli animi e poi giù di brutto con una set list davvero rovente.
C'è davvero una gran partecipazione e la band si esalta e da il meglio di se in un finale dove viene concesso anche il bis.

Fiumi di birra tanta allegria e tanto metal di qualità, ecco in poche parole il risultato della epocale serata, speriamo in una seconda edizione dell' Under Metal Flag Festival.

 

Immagini della Serata

 

Recensione di Varoots 72 Articolo letto 655 volte.

 

Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.