Andrasta «Lost soul in darkness» (2004)

Andrasta «Lost Soul In Darkness» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Heresy »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
1336

 

Band:
Andrasta
[MetalWave] Invia una email a Andrasta [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Andrasta [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Andrasta

 

Titolo:
Lost soul in darkness

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Lestath - voce
- Graziano - chitarra
- Andy - chitarra
- Mattia - batteria
- Molla - basso

 

Genere:

 

Durata:
25' 0"

 

Formato:

 

Data di Uscita:
2004

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Gli Andrasta, formazione piuttosto recente (sono insieme dal 2003), pubblicano ora il loro primo demo, registrato nell'estate scorsa, che, nonostante il titolo scontato e una grafica non proprio accattivante, è un discreto album di thrash metal influenzato tanto dai nomi "storici" del genere quanto da gruppi più moderni. Ovviamente è da pazzi cercare ora grosse innovazioni in un disco thrash, ma se si è disposti a sorvolare su questo, si vede che "Lost soul in darkness" è un demo abbastanza denso di buone idee e di buoni riff, la sezione ritmica è molto incisiva (ottimo in particolare il lavoro di Mattia dietro le pelli), e i pezzi si lasciano ascoltare in modo più che piacevole. Aggiungete inoltre una produzione e una registrazione discrete, e gli assoli di chitarra davvero di buona fattura (l'assolo di "City of angel" è eseguito da Pier Gonella dei Labyrinth), e ottenete che, per essere il primo demo, il risultato non è male! Il pezzo meglio riuscito è a mio avviso "Dead heart", dall'attacco azzeccatissimo e con un assolo stupendo. Unica grossa pecca di questo demo, senza la quale la valutazione finale sarebbe stata di certo più elevata, è la voce, che non mi ha proprio convinto, quasi mai all'altezza della carica che riescono a dare musicalmente i pezzi, ed eccessivamente melodica per un genere da sempre incazzato come il thrash, a tratti decisamente ruffiana come nel ritornello di "The crow". Nonostante questo vistoso difetto, "Lost soul in darkness" è un discreto esordio per una band così giovane, sicuramente da tenere d'occhio per il futuro!

Track by Track
  1. Intro to end (blackened) 65
  2. The crow 70
  3. City of angel 70
  4. Dead heart 80
  5. Train 75
  6. Dark queen 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 60
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
71

 

Recensione di Heresy » pubblicata il --. Articolo letto 1336 volte.

 

Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.