«Evolution Festival 2005»

Data dell'Evento:
16.07.2005

 

Nome dell'Evento:
Evolution Festival 2005

 

Band:
Nightwish
Sebastian Bach
Entombed
Lordi [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Lordi [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Lordi [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Lordi [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Lordi [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Lordi [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Lordi
Orphaned Land
Vision Divine
Dark Lunacy [MetalWave] Invia una email a Dark Lunacy [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Dark Lunacy [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Dark Lunacy [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Dark Lunacy
The Vision Bleak
Dark Tranquillity
Panic DHH

 

Luogo dell'Evento:
Campo Sportivo

 

Città:
Toscolano Maderno (BS)

 

Promoter:
Loud Session [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Loud Session .
Get Smart! [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Get Smart! .
Hellfire Booking [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Hellfire Booking

 

Autore:
Jo3p3rry»

 

Visualizzazioni:
2816

 

Live Report

[MetalWave.it] Immagini Live Report: Nessuna Descrizione Spiace come ritardi di treni e l'intervista agli Entombed mi hanno fatto perdere tantissimi gruppi ma così è stato. Purtroppo non sono riuscito a sentire neanche una nota di Panic Dhh, Dark Tranquillity (ahimè) - esibiti all'ora di pranzo perchè il giorno dopo avevano un altro show in Finlandia - e Vision Bleak.
Unica nota positiva, ho risparmiato le ore più calde della giornata, ma perdere un gruppo come i Dark Tranquilluity direi che fa solo dispiacere.

Toscolano Maderno è un piccolo paesino nella provincia di Brescia. Lontano, lontanissimo! Tanto che per arrivare da Brescia ci sono volute ben due ore. Complice un traffico che ha paralizzato tutta la zona intorno a Salò. Toscolano Maderno si trova poco dopo. E' un adorabile paesino che si affaccia sul lago di Garda. Ovviamente anche il Campo Sportivo.

DARK LUNACY
Arrivato a esibizione praticamente iniziata dei Dark Lunacy noto come l'unico (purtroppo) gruppo italiano assieme ai Vision Divine fornisce un'ottima prova e anche con solo 45 minuti a disposizione riesce a convincere alla grande gli spettatori presenti, grazie soprattutto all'ottima capacità dei nostri connazionali di stare sul palco. La setlist comprendeva brani soprattutto da Forget-Me-Not tra cui vi posso citare una bellissima versione di Lunacircus. Molto bene anche i nuovi prezzi proposti - credo due e chiedo venia - e la chiusura con Dolls - da Devoid - che ci ha ricordato come i Dark Lunacy sono una delle band più interessanti del panorama italiano. Come se non ce ne fosse bisogno di saperlo oggi...

VISION DIVINE
Seguono con il loro power metal classico, i Vision Divine. Purtroppo posso solamente dire - causa intervista agli Entombed in corso - che la band ha sfornato una buona prestazione, centrata sui brani dell'ultimo Stream Of Consciousness e sull'inno - credo unico estratto dal primo album - Send me an Angel.

ORPHANED LAND
Ecco il turno degli israeliani Orphaned Land, con il loro metal folk che ormai va tanto di moda. Faciloni e divertenti, la band riesce a sfornare una spettacolare prova. Forse qualcosa da migliorare sul palco, vedi una band non perfettamente rodata, ma il pubblico sicuramente ha gradito una sicuramente convincente esibizione, che ha avuto il suo culmine nella 'cover' finale di Nel blu dipinto di blu, classico di Modugno cantato con un perfetto italiano da un divertito Kobi e da un ancor più divertito pubblico.

LORDI
Arriva forse l'esibizione più attesa della giornata, quella dei finlandesi Lordi. Le attese sono ripagate soprattutto per quanto riguarda lo spettacolo offerto dalla band. Nonostante la musica sia di ottima fattura ciò che si nota di più sono quei mascheroni che tanto ricordano i Gwar. Nascono spontanee le domande del tipo - Ma ce la faranno a suonare sotto il sole? - ma la band tiene alla grande per un'oretta scarsa sfoggiando i brani dell'ultima raccolta - primo cd pubblicato in tutta Europa - con il singer Lordi impegnato in fendenti con la sua ascia di plastica e con le hit che arrivano nel momento giusto del concerto. Apprezzate Rock The Hell Outta You, My Heaven Is Your Hell, The Devil Is A Loser e ovviamente Would You Love A Monsterman che chiude una ottima esibizione. Bravi.

ENTOMBED
Viene ora il momento degli Entombed. Il gruppo death svedese, che tanto ha fatto discutere per le continue aperture al rock mostrate dalla band compone una scaletta che pesca abilmente dalla ormai invidiabile discografia preferendo ovviamente i brani più di impatto. Benissimo l'apertura con Chief Rebel Angel, ma i punti più alti vengono raggiunti con i classici come Sinners Bleed, Revel In Flesh e Left Hand Path. Sicuramente non hanno dato tanto dal punto di vista dell'impegno, ma va bene così. La furbizia degli Entombed è stata quella di creare una scaletta che accontentasse tutti, che potesse permettere alla band qualche sbavatura che comunque non avrebbe leso il risultato finale dello show. Come dire... senza infamia e senza lode!

SEBASTIAN BACH
Le lacrimucce scendono quando sul palco arriva Sebastian Bach. Forse l'esibizione migliore della giornata, anche se sul palco sembrava di stare ad un concerto degli Skid Row. La setlist infatti era centrata principalmente sui primi due album della nota band hard rock americana che sconvolse i palchi di america e europa a cavallo tra fine anni 80 e inizio 90. E già dai primi due brani, Slave to the Grind e Big Guns si capisce che aria tira. Bach ha recuperato voce e forma fisica andata perduta ed è tornato ai suoi vecchi standard e quando la stanchezza si fa sentire introduce abilmente il mestiere e una band al fulmicotone tra cui è impossibile non segnalare l'ottima prova di Steve di Giorgio al basso. Cantatissime dal pubblico Here I Am, Wasted Time, la lunghissima Monkey Business e la conclusiva 18 and Life in cui Bach scherzando con un simpaticissimo italiano interrotto da diversi fuck la introduce come un pezzo vecchio. E alla fine la promessa: "ci vediamo a novembre!" Un leone.

NIGHTWISH
Chiudono la giornata a mio modo di vedere la delusione della serata. I Nightwish. La scelta dell'headliner è stata sicuramente da apprezzare, la band ha un seguito eccezionale, pezzi stupendi e un ottima fama live, ma sicuramente questa è stata una serata no per la band. Non voglio assolutamente essere un giudice del gruppo finnico, ma sicuramente ci si aspettava qualcosa di più. Basta vedere come non sia stato suonato neanche un brano da Oceanborn, come la band sia arrivata in un ritardo eccessivo sul palco per colpa sembra di problemi alla voce della bellissima Tarja - che come al solito approfittava delle pause per continui quanto inopportuni cambi d'abito - e come l'episodio più apprezzato sia stata l'esibizione di High Hopes dei Pink Floyd cantata alla grande dal bassista Marco per capire che forse la serata non era la migliore. Ovviamente i singoli hanno scosso alla grande il pubblico, che ha apprezzato Whishmaster nel set e Over The Hills and Far Away, Nemo - sicuramente più riuscita in sede live - e la conclusiva Wish I Had An Angel negli encore finali. Purtroppo non più della sufficienza e dati gli standard loro, non va bene.

In conclusione l'Evolution festival è stato un evento riuscito, caratterizzato da ottime band, da un prezzo del biglietto accessibilissimo - mi ha fatto notevolmente girare le palle chi definiva troppi 33 euro per 12 ore di musica quando poi ha speso 60 euro per una giornata di gods of metal - e da un pubblico che forse ha scarseggiato per numero ma non per entusiasmo, incitando ogni band sul palco dall'inizio alla fine senza orribili scene caratteristiche dei festival nostrani come lanci di bottiglie e cose simili. Che sicuramente non è poco...

Ringrazio Debbie della Getsmart per la sua eccezionale disponibilità, Diomira e Simone per le bellissime foto.
Alla prossima!

 

Immagini della Serata

 

Recensione di Jo3p3rry Articolo letto 2816 volte.

 

Articoli Correlati

News
Live Reports