«BURNING RUINS METAL FEST 2017»

Data dell'Evento:
08.07.2017

 

Nome dell'Evento:
BURNING RUINS METAL FEST 2017

 

Band:
Iced Earth
Buffalo Grillz [MetalWave] Invia una email a Buffalo Grillz [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Buffalo Grillz [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Buffalo Grillz
Sawthis [MetalWave] Invia una email a Sawthis [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Sawthis [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Sawthis [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Sawthis [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Sawthis [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Sawthis
Black Motel Six [MetalWave] Invia una email a Black Motel Six [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Black Motel Six
Unison Theory [MetalWave] Invia una email a Unison Theory [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Unison Theory [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Unison Theory [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Unison Theory [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di Unison Theory
Battle Ram [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Battle Ram [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Battle Ram
Secret Order [MetalWave] Invia una email a Secret Order [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Secret Order

 

Luogo dell'Evento:
Anfiteatro Romano

 

Città:
Terni (TR)

 

Promoter:
Bipede Booking and Productions [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Bipede Booking and Productions .
Ministero del Metallo [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Ministero del Metallo

 

Autore:
Wolverine»

 

Visualizzazioni:
564

 

Live Report

[MetalWave.it] Immagini Live Report: Desire Before Death: Foto della band E’ giunta alla sua quinta edizione l’evento ternano del BRMF (Burning Ruins Metal Fest) che ha visto come scenario l’ormai consueto quanto splendido quadro dell’anfiteatro romano sito presso i giardini della passeggiata della città di Terni. Questa particolare edizione ha coinvolto la partecipazione di numerose band tra cui gli ambiti americani Iced Earth che hanno fatto del festival una vera e propria punta di diamante considerando che Terni è stata l’unica città italiana in cui hanno suonato per il loro tour europeo tutt’ora in corso. Stante qualche piccolo problemino che ha fatto slittare l’inizio del festival con un minimo di ritardo rispetto alla tabella di marcia le band partecipanti hanno dato il massimo per rendere al meglio questa quinta edizione. Dopo il caratteristico sound check partono le band nell’ordine sotto elencato.
SECRET ORDER: Forti del recente ingresso del nuovo frontman partono come schegge impazzite gli umbri Secret Order con il loro Death Thrash Metal nitido e senza troppi o particolari compromessi, fatto di generosi quanto dinamici riff di chitarra che offrono delle sezioni ritmiche un appagante risultato grazie anche al discreto lavoro dietro le pelli. Ciò che in rende al meglio in ogni caso la performance della band è anche l’ottima amplificazione del sito la cui acustica offre un risultato unico nel genere.
BATTLE RAM: Basta veramente poco per esaltare la già enorme folla antistante il palco quando iniziano a suonare i marchigiani Battle Ram con il loro Heavy Metal carico e grintoso come in pochi sanno fare, forti anche dell’esperienza della band oramai nota nelle scene underground nazionale da diversi anni. Le andature sono tutte dinamiche e la band non si esime dal coinvolgimento con i presenti. Buona in sostanza la prova della band anche per le fantasiose e particolari melodie che caratterizzano i brani tutti decisamente all’altezza della situazione. Ottimo anche il clean del carismatico frontman al pari della presenza sul palco.
UNISON THEORY: Sensazionali i romani Unison Theory, band di death metal tecnico con il suo particolarissimo sound, una era e propria meraviglia, costituita di melodici dall’incredibile compattezza con altrettanti tecniche ritmiche di batteria. Dopo l’ultimo lavoro “Arctos”, la band è in grado di realizzare dal vivo la stessa incredibile quanto nitida e caratterizzante sonorità dalla quale si riesce ad apprendere appieno ogni singolo passaggio. La folla esulta dinanzi anche all’ottimo growl che rilascia i dovuti quanto appaganti effetti.
BLACK MOTEL SIX: Anche i romani Black Motel Six con la loro performance non tardano a scaldare al meglio gli animi degli astanti. La band, forte dell’esperienza maturata negli anni, si rivela come l’ennesima conferma che il loro groove metal è divertente e coinvolgente. Splendide le ritmiche, riff capziosi fanno da input ad andature decisamente coinvolgenti forti anche dell’ottima nitidezza del sound che solo questa band riesce a generare anche nel corso delle loro live performance. Anche il clean si rileva ottimo e come sempre la band ci dimostra nel corso del live l’ennesima conferma delle loro indiscussa professionalità.
SAWTHIS: Forti anche della loro seconda presenza al BRMF, gli abruzzesi Sawthis si presentano con il loro travolgente death thrash metal fatto di estenuante potenza tra riff e andature dai contenuti estremamente tecnici che nonostante tutto rendono il sound della band particolarmente legato al passato. Decisamente buona la prova del quartetto che riesce sempre in sostanza a travolgere il suo pubblico con quella capacità che lo contraddistingue. Splendidi i brani eseguiti con l’ormai maturata esperienza tecnica anche di qualche groove applicato al death; un vero e proprio magnetismo allo stato puro che esalta enormemente la folla sempre più intensa sotto il palco e frenata dalla transenne.
BUFFALO GRILLZ: Devastazione allo stato puro è quello che ci propongono i romani con il loro grincore vecchia scuola che ci ricorda magnificamente i primissimi Napalm Death, intense Degree e quant’altro dell’epoca d’oro a cavallo degli anni ’80 e ’90. Indubbiamente la breve durata dei brani, caratteristica di questo genere, rende ancora più accattivante l’intera muraglia sonora che scatena sottopalco l’inevitabile pogo.
ICED EARTH: Sono loro i signori di questa quinta edizione del BRMF.05 che hanno per l’appunto scelto per il loro European Tour 2017 la nostra città come unica tappa italiana per omaggiarci con il loro splendido Heavy Metal; la band statunitense nata nel 1984, seppur con il solo chitarrista e fondatore Jon Schaffer ancora in forza nel gruppo come membro originario, ha rilasciato una sorprendente magia con i suoi potentissimi riff dinanzi ad un anfiteatro romano colmo come non si vedeva da tempo per un evento di tale calibro. La folla si riunisce ed esalta anche di fronte alla brillante performance del clean sprigionato dall’ugola di Stu Block che oltre ad offrire uno splendido spettacolo come cantante riesce ottimamente a far esaltare e coinvolgere la folla. Tra i brani eseguiti dalla band, caratterizzati da una potentissima muraglia sonora tutta Heavy fatta di ritmiche da manuale e quant’altro, sono state offerte anche perle tratte dai loro precedenti lavori regalando emozioni uniche come nel caso della splendida “Watching Over Me” che ha visto abbracciati numerosi fan provenienti da tutta Italia a ritmo di musica come se si conoscessero da una vita. Non sono mancati neanche brani eseguiti e tratti dal loro ultimo lavoro “Incorruptible” che hanno stimolato ai massimi livelli l’entusiasmo dell’enorme folla rimasta soddisfatta pienamente dalla prova di questa storica e intramontabile band.

 

Immagini della Serata

 

Recensione di Wolverine Articolo letto 564 volte.

 

Articoli Correlati

News