Midian «Screaming Demon» (2011)

Midian «Screaming Demon» | MetalWave.it Recensioni Autore:
June »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
1350

 

Band:
Midian
[MetalWave] Invia una email a Midian [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Midian [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Midian [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Midian

 

Titolo:
Screaming Demon

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Miriam Granatello - vocals
Valerio Passaretti - guitars
Gianluca Bertolino - guitars
Andrea La Vecchia - drums
Omar Noviello - bass

 

Genere:

 

Durata:
46' 56"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
2011

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

E' stato abbastanza difficile recensire questo album dei Midian; di volta in volta, ascoltando le varie tracce, mi sono trovato di fronte a canzoni fortemente motivate, come a pezzi tremendamente banali. I primi tre brani di apertura mi avevano già fatto gettare la spugna, causa noia dettata da una serie di riff pleonastici, soluzioni canoniche e momenti non deprecabili, gettati via in cambi di tempo che invece che esaltare la trama stessa, la impoveriscono. Fortunatamente gli episodi successivi mettono vivacemente in mostra ben altro. La ballata decadente stile Metallica “Dark Eden”, lascia il campo alla ruvida voce appassionata di Miriam Granatello, in un'interpretazione ora melodica, ora indemoniata, manco fosse una novella Karyn Crisis. “Divine Deletion” insieme a “Eternal Ways of Sorrow” sono le due sparate più potenti; la prima annichilisce con doppia cassa, blastebat e ritmiche sincopate, la seconda con un taglio più diretto e deciso. Notevole anche la traccia più poderosa: “Time To Die”, groove e headbanging assicurato. Ottima la prestazione di tutti gli elementi del gruppo, la voce dinamica ed aggressiva, le chitarre precise e chirurgiche che si muovo con una discreta disinvoltura e conoscenza tra diversi generi, in mezzo ai quali è sicuramente i thrash a spiccare, ma non disdegnano momenti più classici ed altri anche power.
Purtroppo l'intero album ha degli sbalzi d'umore, come accennato in copertina, non da poco. La mania di creare atmosfera con chitarre pulite pare un po' abusata durante l'ascolto, soprattutto nella seconda metà del disco; lo strumentale “Midian”, lascia un po' il tempo che trova, nonostante qualche bella intuizione. Tanta carne sul fuoco per i Midian, molte buone idee, ma anche un po' di confusione, in fin dei conti si tratta pur sempre di un debutto, dopo solo un EP, l'anno scorso; avranno sicuramente modo di definire il loro sound; per il momento prendiamo quanto di buono c'è in questo che non è poco.

Track by Track
  1. Intro 60
  2. Living Madness 55
  3. Buried Alive 55
  4. Dark Eden 65
  5. Divine Deletion 75
  6. Time To Die 70
  7. Midian 60
  8. Kingdom Come 65
  9. Eternal Ways Of Sorrow 75
  10. Suffer Agonies 60
  11. I Heard 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 65
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
66

 

Recensione di June » pubblicata il --. Articolo letto 1350 volte.

 

Articoli Correlati

News
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.