Disease «A Circular Decade in Motion» (2008)

Disease ォA Circular Decade In Motionサ | MetalWave.it Recensioni Autore:
Clode »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
1186

 

Band:
Disease
[MetalWave] Invia una email a Disease [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Disease [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Disease [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Disease [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Disease

 

Titolo:
A Circular Decade in Motion

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Flavio Tempesta - Vocals and Guitars
Leonardo Orazi - Bass
Marco Mastruzzi - Guitars
Massimo Tempesta - Drums

 

Genere:

 

Durata:
32' 0"

 

Formato:

 

Data di Uscita:
2008

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Tornano i Disease, band piuttosto attiva nell置nderground italiano, che per celebrare i loro primi quattordici anni di storia escono con una rivisitazione del promo ADVTIIXIX datato 1998 con l段ntento di dare nuova forma al vecchio, ma ancora decisamente valido, materiale.
Veniamo alla musica. Il genere proposto dal gruppo e una sorta di Death metal progressivo molto variegato e dai molteplici richiami.
Dopo la claustrofobica intro il momento di Awake, shine, erase, dove la band dimostra di aver metabolizzato a dovere sia le avanguardie del movimento death svedese sia alcune atmosfere rarefatte di band quali Dream Theater e Labyrinth. Will I embrace it again inizia come una struggente ballad, per poi deflagrare con la cattiveria che contraddistingue i pi importanti alfieri del Death: a farla da padrona la voce di Flavio Tempesta, ora graffiante, ora dolce e malinconica.
Anche Isis white gaze, come il brano precedente, gode di una durata superiore ai dieci minuti; probabilmente si tratta del pezzo pi tirato del promo, dove i Disease lasciano da parte i progressismi in favore di un feeling pi diretto, contraddistinto dal drumming furioso ad opera di Massimo Tempesta e dal bel ritornello cantato con voce pulita. Verso la fine possiamo sentire anche una parte in italiano, ben inserita nella struttura della canzone, che lascia lentamente spazio alle note malinconiche dell丹utro.
In definitiva i Disease sono una band da seguire e che si contraddistingue per lo sforzo di instillare nuova ed originale linfa nelle vene del Death metal, attuando una commistione ben riuscita tra vari generi.
Un plauso speciale anche perch il promo totalmente scaricabile in modo gratuito (cover e booklet inclusi) dal loro sito.

Track by Track
  1. Intro 70
  2. Awake, Shine, Erase 70
  3. Will I Embrace it Again 75
  4. Isis White Gaze 75
  5. Outro 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
74

 

Recensione di Clode » pubblicata il --. Articolo letto 1186 volte.

 

Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.