Sage «Anno Domini 1573» (2018)

Sage «Anno Domini 1573» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
31.12.2018

 

Visualizzazioni:
308

 

Band:
Sage
[MetalWave] Invia una email a Sage [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Sage [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Sage

 

Titolo:
Anno Domini 1573

 

Nazione:
Croazia

 

Formazione:
Marko Karacic :: Bass
Branimir Habek :: Guitars, Vocals
Enio Vuceta :: Guitars, Vocals
Andrej Bozic :: Keyboards, Vocals
Davor Busljeta :: Vocals
Goran Mikulek :: Drums

 

Genere:
Heavy / Power / Progressive

 

Durata:
55' 4"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
21.09.2018

 

Etichetta:
Rockshots Music
[MetalWave] Invia una email a Rockshots Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Rockshots Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Rockshots Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Rockshots Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di Rockshots Music

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Asher Media Relations
[MetalWave] Invia una email a Asher Media Relations [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Asher Media Relations [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Asher Media Relations [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Asher Media Relations

 

Recensione

Disco un po’ dal sapore underground, questo debut dei Sage da Zagabria, ma tutto sommato riuscito, e che consiste in un mix tra Power e Heavy Metal, con il primo di questi generi leggermente dominante.
“Anno Domini 1573” infatti è un disco che vede i nostri ragazzi andare al massimo nelle canzoni d’apertura e in chiusura, dove lo stile Heavy si mescola bene a quello power, per un risultato non grezzo ma elegante, ben cantato e composto, che eccelle nella buona “Rebellion” ma specialmente nella migliore del lotto “Wolf Priest”, con un risultato che ricorda piacevolmente Hammerfall e Stratovarius, e anche degne di nota sono il metal hymn “Join us”, che consiste in una cavalcata piena di cori e con un interessante lavoro del basso, o nella più 80s oriented “Battle”, e nella evocativa canzone conclusiva. Fosse così, i Sage ci avrebbero regalato un piccolo gioiello dell’underground in ambito power/heavy, ma purtroppo il disco non è scevro da difetti, che ne ridimensionano un po’ il successo. Nella parte centrale, infatti, i Sage ampliano un po’ il sound, e a dire la verità non fanno brani brutti, ma qui la personalità della band cala. La vena melodica della band diventa un po’ meno personale qua e là (specialmente in “Two souls”), a volte si usano soluzioni un po’ cliché, come la voce narrata in “Man of sorrow”, mentre in “Dragon heart” si esplorano tocchi compositivi un po’ più moderni che però non mi stupiscono, specialmente se si mettono certi effetti poco soddisfacenti alla voce in fase di produzione. Tutto questo, ripeto, non confluisce in brani brutti perché alla fine i Sage comunque ci regalano altri momenti salienti anche all’interno di queste canzoni, ma dona al disco un sapore un po’ di nicchia alla fine, e tipico di una band che deve perfezionare alcuni aspetti della propria musica.
In conclusione: nonostante con un po’ di margini di miglioramento, “Anno Domini 1573” è un disco che quando va, va alla grande, e per fortuna lo fa abbastanza spesso, anche se si può fare di più. Se non avete dimenticato le grandi gesta di Stratovarius e Hammerfall, l’acquisto questo disco potrebbe farvi felici.

Track by Track
  1. Rivers will be full of blood 70
  2. Rebellion 80
  3. Wolf priest 85
  4. Dragon heart 65
  5. Two souls 65
  6. Blacksmith's tale 70
  7. Man of sorrow 65
  8. Join us 75
  9. Treason 65
  10. Battle 75
  11. Heaven open your gates 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 65
  • Originalità: 65
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
71

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 31.12.2018. Articolo letto 308 volte.

 

Articoli Correlati

News
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.