Dispersion «Izba» (2018)

Dispersion «Izba» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
30.04.2018

 

Visualizzazioni:
1168

 

Band:
Dispersion
[MetalWave] Invia una email a Dispersion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Dispersion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Dispersion

 

Titolo:
Izba

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Dejan Pejcic ::
- Mattia Sottana ::
- Nicola Fregona :: Drums;

 

Genere:
Post Black Metal / Avant-garde

 

Durata:
15' 22"

 

Formato:
EP

 

Data di Uscita:
07.04.2018

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

I Dispersion trio post black metal di Treviso, rilasciano oggi questo nuovo Ep di due tracce “Izba”, il cui risultato sin da subito appare in linea con le caratteristiche tipiche del genere; la band, inizialmente composta da due elementi e successivamente divenuta a tre per l’ingresso del batterista, presenta oggi il suo nuovo Ep già preceduto dal suo predecessore “Pillars” che ha riscosso discreti risultati dalla critica. Oggi le cose in fondo non sono poi così cambiante offrendo il trio la sua già consolidata ricetta fatta di ipnotismi e assetti tipicamente connessi con il black metal che in questo nuovo lavoro pare maggiormente accentuato. Andature in alternanza tra moderazione con altre più irruente, rappresentano i tratti salienti dell’ Ep che nulla lascia al caso ma va dritto in fondo anche attraverso le proprie atmosfere più oscure e sfumate rese ancor più terrificanti da uno scream, mai estremo e urlato, ma contenuto. La lentezza dell’acustico di “Izba”, brano d’apertura, condiziona l’andatura degli otto minuti di durata del brano, all’interno del quale un motivo quasi demoniaco moderato, condiziona ed ipnotizza non poco l’ascoltatore tra le alternanze dei suoi distorti; segue poi “Juno”, maggiormente più incentrato sul black e anch’esso mai esasperato per la discreta andatura disposta tra le caratteristiche sonorità che restano sempre abbastanza fredde nella struttura. Due brani indubbiamente sono pochi per un giudizio complessivo ma quello che possiamo tranquillamente dire è che questa band ha le idee piuttosto chiare in quello che fa.

Track by Track
  1. Izba 75
  2. Juno 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 65
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
70

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 30.04.2018. Articolo letto 1168 volte.

 

Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.