Max Navarro «Somewhere South of Heaven» (2016)

Max Navarro «Somewhere South Of Heaven» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Led »

 

Recensione Pubblicata il:
29.05.2016

 

Visualizzazioni:
971

 

Band:
Max Navarro
[MetalWave] Invia una email a Max Navarro [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Max Navarro [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Max Navarro

 

Titolo:
Somewhere South of Heaven

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Max Navarro
Nick Mayer
John Paul Bellucci

 

Genere:
Rock

 

Durata:
30' 0"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
2016

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Cherry Lips Management & Promotion
[MetalWave] Invia una email a Cherry Lips Management & Promotion

 

Recensione

Tornano dopo quattro anni con un nuovo album di inediti il rocker italo-canadese Max Navarro e la sua band, che inaugurano le uscite discografiche della neonata etichetta AW Recordings. Il titolo è “Somewhere South of Heaven” e la produzione anche in questo caso è stata curata dallo stesso Navarro e da Nick Mayer. “Somewhere South of Heaven” è il primo album realizzato da Navarro dopo la partenza del batterista Simone Morettin, passato nel 2012 agli Elvenking, e del bassista Jack Novell, sostituiti da Alex Parpinel e Danny Policella: “Con Alex e Danny si è creato fin da subito un ottimo rapporto. Alex è un entusiasta per natura, è rock n roll in tutto quello che fa, suonarci assieme è uno spasso; Danny è la nostra mascotte. È un gran bassista e in lui ho trovato il partner ideale per i cori”. Confermati rispetto ai tre precedenti lavori Nick Mayer alle tastiere e John Paul Bellucci alla chitarra. Presente come ospite Max Zanuttini, anima dei Party Animals, a cui è stato affidato l’assolo di Hollywood. “Somewhere South of Heaven" è innanzitutto un album di puro rock americano al limite del cinismo. Nove tracce calde dalle sonorità corpose. L'album è avvoltoda una velo di melodie allegre e ballerine anche quando i suoni si fanno più decisi "Sick Sentimental Plan", "Shomewhere South of Heaven". Melodie che si addolciscono nelle parte centrale rendendo l'atmosfera quasi malinconica "Saturday Night", per poi ripartire con toni decisamente più impostati "Stay", "Come What May" e concludere con ultro brano, dalle sonorità soft ma allo stesso tempo ruvide "Bad Day". Un disco per tutti, non impegnativo e piacevole. Consigliato sicuramente agli amanti del genere.

Track by Track
  1. Nine Flares 70
  2. Sick Sentimental Plans 70
  3. All Over With You 65
  4. Somewhere South Of Heaven 75
  5. Hollywood 70
  6. Saturday Night 70
  7. Stay 65
  8. Come What May 70
  9. Bad Day 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 65
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
69

 

Recensione di Led » pubblicata il 29.05.2016. Articolo letto 971 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.