Elvenking «The Pagan Manifesto» (2014)

Elvenking «The Pagan Manifesto» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Led »

 

Recensione Pubblicata il:
29.04.2014

 

Visualizzazioni:
1624

 

Band:
Elvenking
[MetalWave] Invia una email a Elvenking [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Elvenking [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Elvenking [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Elvenking

 

Titolo:
The Pagan Manifesto

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Damna - vocals
Aydan - guitar
Rafahel - guitars
Lethien - violin
Jakob - bass
Symohn - drums

 

Genere:
Folk Power Metal

 

Durata:
1h 1' 34"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
09.05.2014

 

Etichetta:
AFM Records
[MetalWave] Invia una email a AFM Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di AFM Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di AFM Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di AFM Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di AFM Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di AFM Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Gli Elvenink sono una band Italiana che suonano un genere definito "" sulla falsa riga di bands affermate come "Blind Guardian", "In Flames", "CHildren of Bodom".
Attivi dal 1997, la band italiana ha sfornato la bellezza di sei album per arrivare a questa ultima fatica che definiscono un pezzo della loro vita e altro
non è che una raccolta dei brani più significativi che hanno fatto la storia della band, raccolta intitolata "The Pagan Manifesto" formata da dodici brani più due bonus tracks.
Si parte con "The Manifesto" una classica ballata di flauti, viole, chitarre che richiama un pò l'atmosfera feudale che arieggiava nei castelli ottocenteschi, ma l'atmosfera prende subito una direzione più calda e marcata grazie ad un buon lavoro di intesa tra chitarre e batteria che fà da apripista al secondo brano "King Of The Elves", dove si possono apprezzare dei buoni cambi di tempo tenuti insieme da un buon andamento vocale senza mai aumentare troppo la velocità anche se dodici minuti già alla seconda traccia sono a mio avviso una carta giocata male. Proseguendo l'ascolto, il ritmo incalza sempre di più rendendo le songs più interessanti e tecnicamente più valide grazie anche al buon uso che la band fà dei cori sapientemente usati e intrecciati con la voce principale. "Towards The Shores", la traccia numero sette di "The Pagan Manifesto" ha il compito di spezzare il ritmo di questo lavoro che nonstante sia
stato etichettato come Folk Power Metal, risulta all'ascolto molto leggero e dunque di Power Metal ha ben poco, si tratta infatti di un brano che riprende
l'intenzione voluta e suonata nella prima traccia, flauti, chitarre, tamburelli, e voce molto soft, dove gli unici momenti di "esplosione" sono dati da un'impennata nel timbro di voce unito ai cori. Con "Pagan Revolution", il ritmo torna ad essere potente, preciso e melodico, fino alla fine del lavoro dove
chiaramente non possono mancare spunti lievemente folk con aggiunta di archi e flauti a legare figure di chitare e batteria. Sinceramente definirei questo lavoro poco Folk e Power Metal in versione molto light, questo non vuol dire che non lo abbia apprezzato anzi se escludiamo la seconda traccia di dodici minuti ( pesantuccia , specie se messa subito al secondo posto) nell'insieme è piacevole all'ascolto e leggero, con una buona dose di originalità che non fà mai male un buon tassello da aggiungere alla collezione dei fans della band.

Track by Track
  1. The Manifesto 50
  2. King Of The Elves 55
  3. Elvenlegions 60
  4. The Druid Ritual Of Oak 65
  5. Moonbeam Stone Circle 70
  6. The Solitaire 70
  7. Towards The Shores 70
  8. Pagan Revolution 65
  9. Grandier’s Funeral Pyre 70
  10. Twilight Of Magic 70
  11. Black Roses For The Wicked One 70
  12. Witches Gather 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
68

 

Recensione di Led » pubblicata il 29.04.2014. Articolo letto 1624 volte.

 

Articoli Correlati

News
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.