Elvenking «Reader Of The Runes – Rapture» (2023)

Elvenking «Reader Of The Runes – Rapture» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Sabba Maledetto »

 

Recensione Pubblicata il:
06.07.2023

 

Visualizzazioni:
388

 

Band:
Elvenking
[MetalWave] Invia una email a Elvenking [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Elvenking [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Elvenking [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Elvenking

 

Titolo:
Reader Of The Runes – Rapture

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Damna, voce
Aydan, chitarra e tastiere
HeadMatt, chitarra
Jakob, basso
Symhon, batteria
Lethien, violino

 

Genere:
Heavy / Pagan / Fantasy / Folk / Melodic Death Metal

 

Durata:
52' 55"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
28.04.2023

 

Etichetta:
AFM Records
[MetalWave] Invia una email a AFM Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di AFM Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di AFM Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di AFM Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di AFM Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di AFM Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Da sempre una delle band più acclamate e rispettate del genere metal a livello internazionale, gli Elvenking sono uno di quei nomi che più di tutti ci ha riempito d’orgoglio, che ci ha rappresentati, che ha fatto sì che anche l’Italia potesse vantare la sua presenza sui palchi dei più importanti festival rock e metal d’Europa dove massicce schiere di metallari hanno inneggiato a loro urlando con le corna issate verso il cielo.
Il grande ritorno degli Elvenking avviene con l’uscita di Reader Of The Runes – Rapture, secondo capitolo della trilogia Reader Of The Runes iniziata nel 2019 con Divination: Rapture ci presenta degli Elvenking leggermente diversi rispetto a molti anni fa, dove le sonorità folk vengono lievemente accantonate per lasciare spazio ad un definitivo power metal orientato sulla scuola dei Blind Guardian; canzoni con ritmiche più veloci, più dure si susseguono una dopo l’altra risucchiandoci in un universo mistico e pagano dove tutto ruota al centro dei segreti di questo misterioso “lettore delle rune”.
Le chitarre si ascoltano grazie a riff veloci e coinvolgenti, spezzati qua e là da vari assoli nel mezzo che “addolciscono” in un certo senso il sound con armonie frizzanti e vivaci conferendo un’impronta molto “paganeggiante” alle canzoni.
La batteria è rapida e ritmata: una sincope di suoni si scatena dietro le pelli grazie al lavoro del grande Symhon che mette in scena tutto il suo maestoso talento facendo vibrare le percussioni con colpi pulitissimi e precisi esattamente come un orologio svizzero.
La voce di Damna è energica e a tratti graffiante, uno stile inconfondibile e possente in grado di infiammare le platee di tutto il mondo, un timbro particolare posseduto esclusivamente da lui, una voce in grado di evocare emozioni decisamente impareggiabili, dimostrando di saper sfruttare il dono che Madre Natura gli ha fornito così gentilmente.
Un altro spazio bisogna ovviamente dedicarlo alle chitarre classiche ed ai violini, responsabili delle sonorità folkloristiche ed orchestrali immancabili nelle canzoni degli Elvenking, seppur usate in misura minore rispetto ai lavori precedenti.
Ambizioso, superbo ed ineffabile: gli Elvenking sono riusciti ancora una volta a sfornare un album degno di essere firmato con il loro nome, un disco che conferma che il metal italiano ha ancora la sua carta da giocare e che continua a resistere nonostante le difficoltà sempre più insidiose a cui va incontro giornalmente in ques'epoca dove trovare fan che supportino questo genere con la passione che gli si deve è sempre più raro.
Se siete persone particolarmente orgogliosi del metal italiano, allora ascoltate Readers Of The Runes – Rapture degli Elvenking appena ne avrete l’occasione: sono sicuro al 100% che non avrete di che pentirvene!

Track by Track
  1. Rapture 80
  2. The Hanging Tree 90
  3. Bride Of Night 85
  4. Herdchant 80
  5. The Cursed Cavalier 80
  6. To The North 80
  7. Covenant 75
  8. Red Mist 75
  9. Incantations 80
  10. An Autumn Reverie 75
  11. The Repentant 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 80
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
79

 

Recensione di Sabba Maledetto » pubblicata il 06.07.2023. Articolo letto 388 volte.

 

Articoli Correlati

News
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.