Despite Exile «Sentience» (2013)

Despite Exile «Sentience» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Jezebel »

 

Recensione Pubblicata il:
04.01.2014

 

Visualizzazioni:
1529

 

Band:
Despite Exile
[MetalWave] Invia una email a Despite Exile [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Despite Exile [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Despite Exile [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Despite Exile [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Despite Exile [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Despite Exile [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Despite Exile

 

Titolo:
Sentience

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Jacopo Durisotti - Vocals
Giacomo Santini - Guitar
Carloandrea Ferraro - Guitar
Giovanni Minozzi - Bass
Aleksandar Veselinovic - Drums

 

Genere:
Prog / Deathcore

 

Durata:
37' 11"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
01.11.2013

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Team All About The Music
[MetalWave] Invia una email a Team All About The Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Team All About The Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Team All About The Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Team All About The Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Team All About The Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Team All About The Music

 

Recensione

I Despite Exile sono una band di Udine nata nel 2010 che lo scorso novembre ha pubblicato il debut album “Sentience”. I vari elementi che compongono il sound di questa band godono di individualità genetica, in apparenza decostruiti ma in realtà sovrapposti in modo preciso e minuzioso. In ogni canzone di “Sentience”, infatti, troviamo una forte base ritmica stile metronomo seriale su cui la band costruisce una continua progressione di riff calcolati in modo certosino, con cambi quasi impercettibili che riescono a traghettare accordi e ritmi spesso in modo indolore. Il growl abissale e lo scream acido del vocalist vengono somministrati sia sotto forma di esondazione sia in gocce plumbee che creano voragini scomposte. Le influenze metalcore sono evidenti, ma alcuni tratti tipici del genere sono stati completamente stravolti e portati all’estremo, avvelenati da dosi massicce di aggressività. “Amentia” si sviluppa trasversalmente aggiungendo sempre più giochi ritmici e cambi di tempo micidiali. In “Crepuscolar” si mischiano parti melodiche, riff stoppati e growl metafisico, il tutto immerso in un turbine ritmico materico. “Deconstruct” è omogenea mentre “Immanence” è un brano dai ritmi e riff cangianti e ruggenti, in cui le vocals sfoggiano molta versatilità. “Can’ – Ka no rey” e “Mechanical” sono più in linea con il metalcore contemporaneo, lasciando alle fioriture chitarristiche il compito di impreziosire il suono. In “Equilibrium” il growl cupo è in perfetta sintonia con i riff nevrotici e i ritmi sguinzagliati. “S.i.n.” è gremita di battute che si incantano e che sono frammentate da breakdown e distensioni. In “Disclosure” la batteria death stana e maltratta il suono costringendo riff e vocals a fughe schizoidi, mentre “Exist” è un brano ordinato e reattivo con sprizzi di follia ritmica. In questo album di debutto i Despite Exile toccano spesso corde profonde del metal, ambiti nascosti e interiori, che si trovano al di là della semplice superficie distorta e tirata, riuscendo comunque a mantenere l’orecchiabilità. Anche grazie alle capacità tecniche i Despite Exile riescono ad andare oltre schemi e griglie, ricorrendo a una mentalità alternativa nella composizione e concezione dei brani.

Track by Track
  1. Amentia 80
  2. Crepuscolar 80
  3. Deconstruct 75
  4. Immanence 80
  5. Can' - Ka no rey 75
  6. Mechanical 75
  7. Equilibrium 80
  8. S.i.n. 75
  9. Disclosure 80
  10. Exist 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 80
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
78

 

Recensione di Jezebel » pubblicata il 04.01.2014. Articolo letto 1529 volte.

 

Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.