Warnot «His Blood is Yours» (2012)

Warnot «His Blood Is Yours» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Elbereth »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
609

 

Band:
Warnot
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Warnot

 

Titolo:
His Blood is Yours

 

Nazione:
Svezia

 

Formazione:
Björn Eliasson - Vocals, Guitars, Bass, Keyboards, Drum Programming

Guest vocalists: Thomas Bursell, Mike Andersson, Sussi Sorensen, Björn Persson, Sara Andersson and André Mollestam.

 

Genere:

 

Durata:
57' 42"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
2012

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

A poco più di un mese di distanza dalla recensione dall'ultimo lavoro dei Cloudscape ("New Era"), il primo senza Eliasson, chitarrista e compositore della progressive band svedese dal 2001-2010, mi ritrovo tra le mani il suo progetto solista Warnot con l'album "His Blood Is Yours".

<<Lavorare senza scadenze, per pura ispirazione. Scrivere canzoni basate sulle visioni, esplorando sentimenti e atmosfere senza limiti>>: questo è il motivo che ha spinto Eliasson a lasciare i Cloudscape per dedicarsi interamente al progetto Warnot (già alle prese con la registrazione del secondo album) e dal risultato è evidente come il votarsi alla causa abbia avuto i suoi effetti positivi soprattutto per quanto riguarda la composizione, l’addentrarsi e il perdersi in tematiche introspettive, la cura maniacale dei vari strumenti di cui si occupa personalmente, ogni dettaglio nei brani è curato e bilanciato e l’ottima produzione ne alza il livello.
Eliasson resta ben ancorato alle radici progressive, che hanno caratterizzato negli anni il suo stile, a cui aggiunge sfumature sinfoniche, dark, atmosfere teatrali e perfino un pizzico di death creando un sound fresco, personale, non raggiunge i livelli di originalità di Arjen Lucassen ma difficilmente è paragonabile ad altri artisti, gli unici che la mente mi sussurra flebilmente sono i Symphony X .

Grazie al bel lavoro di tastiere, le parti di chitarra indubbiamente interessanti, gli intrecci ben calibrati e corposi di voci sporche e cristalline, "His Blood is Yours" è un album che scivola veloce, una piccola perla del suo genere, una sorta di Progressive Metal Opera, la cui massima espressione è il brano "I Am a Ghost".
Mescolare più sottogeneri e far collaborare sette diversi cantanti, Thomas Bursell (Second Heat e Helsingborgs Symphony Choirs), Mike Andersson (Cloudscape, Full Force, Star One, Silent Memorial), Sussi Sorensen (Bo Wilson Band), Bjorn Persson (Doctor Weird), Sara Andersson (Helsingborg Choirs), André Mollestam per il growl e Bjorn Eliasson stesso, regala al disco intero un sapore particolare, che incuriosisce, stuzzica.

Assolutamente da tenere d’occhio!

Track by Track
  1. Raptures Of The Deep 65
  2. The Crow Will Die 75
  3. My Darkest Hour 75
  4. A Late Night Dance With Death 65
  5. Secrets of Mythology 70
  6. His Blood Is Yours 75
  7. R.I.P 75
  8. New York 65
  9. The Patriot 75
  10. I Am A Ghost 85
  11. The Wrong Path 70
  12. Sirens 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
73

 

Recensione di Elbereth » pubblicata il --. Articolo letto 609 volte.

 

Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.