Kill The Klown «This Show Could be Your Execution» (2011)

Kill The Klown «This Show Could Be Your Execution» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Zoro »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
985

 

Band:
Kill The Klown
[MetalWave] Invia una email a Kill The Klown [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Kill The Klown [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Kill The Klown [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Kill The Klown

 

Titolo:
This Show Could be Your Execution

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Vocals - Gillo
Guitar - Leo
Guitar - Beppe
Bass - Chicco
Drums - Luca

 

Genere:

 

Durata:
34' 0"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
2011

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

I veneti Kill the Klown sono dei ragazzi evidentemente venuti su a pane e Pantera, e assidui frequentatori di quei territori di confine tra thrash e hardcore punk, che noi feticisti della nomenclatura chiamiamo groove metal. Se, come dice la band stessa, i suoi numi tutelari sono i Pantera, il suono che viene fuori da quest’album ricorda moltissimo i Lamb of God, che vengono citati spesso e volentieri nei riff, nei groove di batteria e nella voce, che a tratti imita Randy Blythe in modo imbarazzante. La parola imitazione, in effetti, rischia di comparire molto spesso in questa recensione, data la natura totalmente derivativa dei Kill The Klown: dire che non hanno inventato il loro genere è un complimento, la proposta musicale dei nostri è davvero troppo simile a quella dei mostri sacri del genere, forse riesce appena a contraddistinguersi per una maggiore ricerca dell’orecchiabilità, che si evince in accelerazioni e assoli che guardano al thrash più canonico e ritornelli corali, di facile memorizzazione: tutto ciò è volto a snellire la pesantezza di cui band come Lamb of God e Pantera si sono fatte patrone, il che garantisce dei primi ascolti piacevoli e immediati, ma tende a banalizzare il prodotto con l’ascolto ripetuto.
Ma i Kill The Klown non sono dei cloni senz’anima, e sanno come scrivere canzoni trascinanti e godibili, suonate con competenza e coinvolgimento. Sono sicuro che questi ragazzi sono in grado di scatenare un bel putiferio in sede live!
Quindi, una band valida ma che dovrebbe ancora cercare un po’ la propria personalità. Ma gli amanti del groove dovrebbero seriamente prenderli in considerazione, perché il fatto di essere molto simili a band già esistenti non significa che siano un ascolto spiacevole o una perdita di tempo. Anzi.

Track by Track
  1. Go(ats) to the Show 70
  2. Kill the Klown 70
  3. Not By The Hand of God 75
  4. Boozed 70
  5. Hateful 75
  6. Media Terrorizer 65
  7. I Am Eternal 70
  8. Track of Doom 65
  9. Lost Hero 70
  10. Bleeding Stone 65
  11. Unbreakable 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 60
  • Originalità: 50
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
68

 

Recensione di Zoro » pubblicata il --. Articolo letto 985 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.