RazorWyre «Coming Out» (2011)

Razorwyre «Coming Out» | MetalWave.it Recensioni Autore:
June »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
494

 

Band:
RazorWyre
[MetalWave] Invia una email a RazorWyre [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di RazorWyre [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di RazorWyre

 

Titolo:
Coming Out

 

Nazione:
Nuova Zelanda

 

Formazione:
Z-Chylde - vocals
Chris - lead & rhythm guitars
James - rhythm guitars
Tim - bass
Nick - drums

 

Genere:

 

Durata:
22' 56"

 

Formato:
Demo MC

 

Data di Uscita:
2011

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Secondo qualcuno c'è la necessità di spiegare quale possano essere gli intenti di un'etichetta che pubblica diverso materiale in cassetta nel 2011? Ovviamente no, l'epoca si presta alla stampa di materiale revivalistico/nostalgico e l'Inferno Records (con l'umlaut sulla o, ben intesi...) ci gode a farlo. Detto questo dettaglio resto dell'opinione, spero ampiamente accettata, che si possa fare del buon heavy metal classico (o death metal, o black metal, o...) senza dover necessariamente scimmiottare quelli che furono i grandi dischi degli anni '80; perciò mi domando che senso possa avere ricalcare i riff e le atmosfere in maniera così filologica, ma soprattutto, cercando di ottenere anche un suono simile a quello che si poteva trovare negli album degli Iron Maiden o dei Metallica; la produzione sonora è incredibilmente simile a “Kill 'Em All”, forse meno impastata e riverberata, ma con le stesse chitarre piene di medi, la voce in primo piano, la batteria reale, con la cassa rimbombante e priva di attacco. Per quanto riguarda le composizioni si muovono tutte tra la NWOBHM e lo speed/thrash d'annata, con una voce non lontana da quella di Bruce Dickinson in quanto a movenze, ma su un altro pianeta per quanto riguarda la dinamica e la tecnicità. Assoli anch'essi in bilico tra i due generi, manco a dirlo, per niente originali. Ventidue minuti senza picco alcuno, nonostante la perfetta emulazione dell'atmosfera, si percepisce solo timidamente l'emozione degli originali.

Track by Track
  1. Party Of Five 60
  2. Fuck You Tonight 60
  3. Operation Market Garden 60
  4. Suspiria 55
  5. Battle Shark 60
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 55
  • Qualità Artwork: 50
  • Originalità: 30
  • Tecnica: 60
Giudizio Finale
54

 

Recensione di June » pubblicata il --. Articolo letto 494 volte.

 

Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.