Savior From Anger «Lost In The Darkness» (2009)

Savior From Anger «Lost In The Darkness» | MetalWave.it Recensioni Autore:
carnival creation »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
1558

 

Band:
Savior From Anger
[MetalWave] Invia una email a Savior From Anger [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Savior From Anger [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Savior From Anger

 

Titolo:
Lost In The Darkness

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Alessandro Granato :: Vocals
Marco Ruggiero :: Guitars
Bruno Masulli :: On Stage Bass
Michele Antonio Coppola :: Drums

 

Genere:

 

Durata:
49' 0"

 

Formato:
Promo CD

 

Data di Uscita:
2009

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

I Savior From Anger sono una power metal band partenopea dai connotati puramente americani che si accinge in un progetto molto particolareggiato – Lost In The Darkness per l'appunto- .
L'album è facilmente divisibile in due macrostrutture. La prima metà del disco è prodotta in modo migliore ma compaiono delle imprecisioni soprattutto per ciò che concerne il drumming ed il cantato è ottimo ma troppo secco nel suono in sé, niente riverberi, niente delay.
La seconda parte invece è prodotta in modo apparentemente più sporco ma più preciso, riff di chitarre, ritmi e vocalizzi pieni di overdubbing padroneggiano su dei ritmi impeccabili (più precisi quindi della prima parte) ma la “botta” non pompa abbastanza e spesso suoni come il rullante vengono praticamente sotterrati vivi dalla potenza di chitarre e voce.

Quest'ultima, infine, è determinata da un ottimo dualismo “armonici (sempre presenti)-intonazione perfetta” che permettono all'ascoltatore di sognare letteralmente sulle bellissime note dei volteggi sonori che compie il singer Alessandro Granato (al quale vanno i miei complimenti).
Il disco in sé è molto buono e tende ad evolversi al rango di “semi-capolavoro” se consideriamo che la stragrande maggioranza di gruppi power nella scena italiana fa letteralmente ribrezzo.
Ottimo sound, globalmente posso senz'altro dire di aver finalmente visto (ed ascoltato molto bene) una band che possiede le giuste palle per portare il loro genere dove merita di esser portato!
Grandi!

Track by Track
  1. Claustrophobia 60
  2. Victim Of Rage 65
  3. No Way Out 75
  4. Killing Greed 75
  5. Double Shot 80
  6. Mindstruck 70
  7. Shudder Of Death 70
  8. Through This Life 80
  9. Shock Wave 80
  10. Puncture Of Submission (bonus track) 60
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 60
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
71

 

Recensione di carnival creation » pubblicata il --. Articolo letto 1558 volte.

 

Articoli Correlati

News
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.