Sentre «Sentre» (2020)

Sentre «Sentre» | MetalWave.it Recensioni Autore:
reira »

 

Recensione Pubblicata il:
19.04.2020

 

Visualizzazioni:
170

 

Band:
Sentre
[MetalWave] Invia una email a Sentre [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Sentre [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Sentre [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Sentre

 

Titolo:
Sentre

 

Nazione:
Belgio

 

Formazione:
Nick Lamote – Vocals
Dries Van Belle – Guitar, backing vocals
Jonas Delbecke – Drums
Kristof Taveirne – Bass guitar

 

Genere:
Modern Metal

 

Durata:
21' 0"

 

Formato:
EP

 

Data di Uscita:
28.03.2020

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Hard Life Promotion
[MetalWave] Invia una email a Hard Life Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Hard Life Promotion

 

Recensione

Con l’intento di creare un “nuovo tipo” di metal, quattro musicisti si uniscono e nel 2018 decidono di far conoscere il finale del loro brainstorming attraverso tre delle quattro tracce contenute in questo EP.
Una storia quindi semplice che accomuna molti gruppi dell’underground, ma forse la loro musica ci racconterà qualcosa di più.
Hero è un brano che inizia in modo pesante, forse poco originale in realtà, ma nel ritornello troviamo un accenno melodico che alleggerisce l’atmosfera e mostra un valida apertura; Enraged despair potrebbe essere un brano interessante, tuttavia lo trovo ancora troppo grezzo e ne va ancora approfondita la dinamica per renderlo un qualcosa di accattivante.
The spray è il pezzo migliore dell’intero EP: energico e potente, il suo sviluppo lo rende sempre più godibile.
Concludiamo il nostro ascolto con la decisa Odium, song che alterna momenti oscuri e più aggressivi ad attimi melodici, sicuramente in sede live il risultato può essere incisivo e il risultato sarà migliore che in studio.
Come spesso accade in questo genere di metal, il risultato chiuso dentro quattro mura non è paragonabile a quello che possiamo provare vedendo e ascoltando la band suonare dal vivo. L’ energia viene un attimo a calare e, personalmente, non ho riscontrato questa grande novità sonora.
Sebbene alcuni momenti del disco risultino anche interessanti e densi di emozione, mi è stato impossibile non accostare i Sentre a tanti altri che suonano questo stile da ben prima di loro.
Le premesse sono buone, questo va detto, ma il suono va affinato, va reso più personale, soprattutto se si vuole sostenere di proporre qualcosa di diverso/nuovo.

Track by Track
  1. Herd 60
  2. Enraged despair 60
  3. The stray 65
  4. Odium 60
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 65
  • Qualità Artwork: 55
  • Originalità: 55
  • Tecnica: 65
Giudizio Finale
59

 

Recensione di reira » pubblicata il 19.04.2020. Articolo letto 170 volte.

 

Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.