Ashes Of Life «Seasons Within» (2020)

Ashes Of Life «Seasons Within» | MetalWave.it Recensioni Autore:
reira »

 

Recensione Pubblicata il:
03.04.2020

 

Visualizzazioni:
345

 

Band:
Ashes Of Life
[MetalWave] Invia una email a Ashes Of Life [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Ashes Of Life [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Ashes Of Life

 

Titolo:
Seasons Within

 

Nazione:
Portogallo

 

Formazione:
Tiago Silva (Clean Vocals, Guitar), Stefan Nordström(Extreme Vocals), Luís Pinto (Guitar), Pedro Silva (Bass)

 

Genere:
Gothic / Doom Metal

 

Durata:
43' 45"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
07.02.2020

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Tutto è iniziato nel 2010 dal chitarrista Tiago Silva e dal sul progetto solista che, più tardi, si è trasformato in una vera e propria band.
Già dalla cover potremmo intuire il genere degli Ashes of Life, scelta un pò stereotipata, ma che ha il suo perché e funziona sempre.
Shores inizia con un’atmosfera surreale, pochi suoni la accompagnano, solo successivamente si aggiunge la voce e il resto creando un mood oscuro e intenso che non si fa mancare screaming e growling nella sua durata di oltre dieci minuti.
Spiral down sembra proseguire il discorso della song precedente, forse è giusto un pelo più melodica.
Burn è un lungo brano strumentale in cui le sonorità dark vengono intensificate dalla melodia creata dalla chitarra e sul finale la batteria ha un picco di pura energia.
Autumn days si rivela più potente e vicina a sonorità black; discorso analogo per Tried to leave, la quale possiede qualche contaminazione doom.
Dying in the snow è una song acustica nella quale compare una sorta di racconto verso la metà per poi svilupparsi in un growling.
Peccato aver ascoltato il disco in streaming perché a volte si perdono elementi interessanti, come ad esempio il booklet, comunque Seasons Within è un’opera interessante, su questo non si discute.
L’atmosfera è cupa, a volte malinconica, a tratti rabbiosa, ma per lo più , ascoltando il disco, si rimane su una sorta di staticità riflessiva.
Tiago suona egregiamente e accompagna ogni canzone in maniera molto personale quindi si può affermare che il vero protagonista sia lui.
Un lavoro abbastanza completo e complesso, se vogliamo, in cui però manca un pò di originalità, quel qualcosa in più che faccia emergere l’anima della band, non solo quella del chitarrista. Nonostante ciò, trattandosi di un album di debutto, non si può che immaginare quanto il percorso di crescita li porterà sicuramente a rendere la loro musica ancora più accattivante.
Sicuramente gli Ashes of Life possono essere maggiormente apprezzati da coloro che ascoltano gothic/doom/dark e qualcosa di black, per chi ha altri gusti in ambito musicale, può andare oltre.

Track by Track
  1. Shores 70
  2. Spiral down 70
  3. Burn 70
  4. Autumn days 70
  5. Tried to leave 70
  6. Dying in the snow 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 65
  • Originalità: 60
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
69

 

Recensione di reira » pubblicata il 03.04.2020. Articolo letto 345 volte.

 

Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.