Filthgrave «Necromantic Rituals» (2019)

Filthgrave «Necromantic Rituals» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
01.12.2019

 

Visualizzazioni:
87

 

Band:
Filthgrave
[MetalWave] Invia una email a Filthgrave [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Filthgrave [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Filthgrave

 

Titolo:
Necromantic Rituals

 

Nazione:
Norvegia

 

Formazione:
A :: Vocals
F :: Guitar
Fredrik :: Bass
Jonas :: Drums
Tonio :: Gitar

 

Genere:
Black Metal

 

Durata:
18' 12"

 

Formato:
EP

 

Data di Uscita:
04.11.2019

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Buon ritorno per i Norvegesi da Oslo Filthgrave, che con questo secondo Ep fanno fondamentalmente ciò che ci eravamo auspicati con la recensione del pur buono primo Ep, ovvero qualcosa di più che un pur lodevole tributo agli originatori del black metal old school.
Infatti, con “Necromantic Rituals” i nostri provano a spaziare di più, e lo fanno prima proponendo un brano marcio e old school come “Evil eternal”, che però lascia da parte la componente speed/thrash per appoggiarsi a qualcosa più tra Bestial Mockery e Destroyer 666, poi lanciandosi in un secondo brano dal sound sempre old school ma arcano e vagamente in stile Mortuary Drape, e negli ultimi due brani spaziando un po’ di più e limitando la componente old school, prima con un tocco più death metal nel terzo brano, e poi usando accenni di melodia nell’ultimo brano, che comunque manifesta un mood rabbioso e ruvido, il tutto per un risultato che ci convince che i Filthgrave non sono solo dei mestieranti dell’old school, ma sanno anche cercare di fare qualcosa di proprio, e dico “cercare di fare” perché l’unico piccolo problema di queso Ep è che appare chiaro che i nostri ragazzi vogliono affinare un loro sound, ma per ora a causa dell’esiguità della durata dell’EP abbiamo più la dimostrazione di buone idee che l’effettiva messa in pratica di come è delineato il loro sound, a parte la consolidata influenza old school.
Questo è “Necromantic Rituals”, un altro buon compendio delle potenzialità di questi ragazzi, ma anche con qualche punto interrogativo per via della voglia legittima di volersi addentrare in qualche altro lido compositivo senza poterlo sviluppare più di tanto in due brani. Che sia arrivata l’ora di una release più lunga? Non lo sappiamo, ma per ora i Filthgrave sono una piacevole realtà tranquillamente ascoltabile se vi piace il black metal old school con tinte più death che thrash.

Track by Track
  1. Evil Eternal 70
  2. Screams from the bottomless pit 75
  3. Archetype of the strong 65
  4. Mark of the dying 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
72

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 01.12.2019. Articolo letto 87 volte.

 

Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.