Strana Officina «Law of the Jungle» (2019)

Strana Officina ĞLaw Of The Jungleğ | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
10.06.2019

 

Visualizzazioni:
299

 

Band:
Strana Officina
[MetalWave] Invia una email a Strana Officina [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Strana Officina [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Strana Officina

 

Titolo:
Law of the Jungle

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Daniele Ancillotti :: Vocals
Dario Cappanera :: Guitar
Enzo Mascolo :: Bass
Rolando Cappanera :: Drums

 

Genere:
Heavy Metal

 

Durata:
47' 38"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
19.04.2019

 

Etichetta:
Jolly Roger Records
[MetalWave] Invia una email a Jolly Roger Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Jolly Roger Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Jolly Roger Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Jolly Roger Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Ritorna il mio gruppo preferito di sempre heavy metal italiano con il proprio quarto album, una band che mi è sempre piaciuta per la sconvolgente capacità di fare dei brani che a volte suonano energici e pieni di vitalità come “Metal brigade” o la versione italiana “Difendi la fede” (qui riproposta), passando per brani più da strada, finendo per sounds più ombrosi e malinconici, veri e propri trademark del loro sound.
E questo canone è rispettato alla grande anche in “Law of the jungle”, un album dal sound piacevolmente retro, e che va a suonare molto alla Motorhead nella title track opener, non disdegnano le gesta di Ozzy solista in “The devil and mr. Johnson”, un brano palesemente che si rifà a Robert Johnson e alla storia riguardante la sua “Me and the devil blues”, il tutto passando per le intense “Crazy about you” e “Endless highway” e arrivando alla sanguigna “Snowbound”, dove è la chitarra di Dario Cappanera a essere meravigliosa protagonista. E come ciliegina sulla torta ecco per voi due ripescaggi dal passato, ovvero la già nominata “Difendi la fede” e “Guerra triste”, un brano che con i suoi quasi 7 minuti di musica riesce a elettrizzarti e a portarti anche lontano con le sue note.
Gli Strana Officina sono ormai intoccabili da tempo nel panorama metal italiano, sono una band che non deve dimostrare niente a nessuno, eppure dopo così tanti anni ancora non smettono di mostrarci la loro voglia di suonare e di stupirci. E lo fanno benissimo, poco da dire.

Track by Track
  1. Law of the jungle 90
  2. Crazy about you 85
  3. Endless highway 85
  4. The wolf within 85
  5. Snowbound 85
  6. The devil and mr. Johnson 85
  7. Love kills 85
  8. Difendi la fede 90
  9. Guerra triste 85
  10. Il buio dentro 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 85
  • Qualità Artwork: 85
  • Originalità: 90
  • Tecnica: 85
Giudizio Finale
85

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 10.06.2019. Articolo letto 299 volte.

 

Articoli Correlati

News
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.