C-4 «Next Issue of the Rotten World» (2018)

C-4 «Next Issue Of The Rotten World» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
08.06.2019

 

Visualizzazioni:
212

 

Band:
C-4
[MetalWave] Invia una email a C-4 [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di C-4 [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di C-4 [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di C-4

 

Titolo:
Next Issue of the Rotten World

 

Nazione:
Polonia

 

Formazione:
- Faja :: vox;
- Grzesiek :: guitar;
- Domin :: drums;
- Black Salami :: bass;

 

Genere:
Grindcore / Death 'n' Roll

 

Durata:
12' 0"

 

Formato:
Mini-CD

 

Data di Uscita:
26.08.2018

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Heavision
[MetalWave] Invia una email a Heavision [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Heavision [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Heavision

 

Recensione

A tre anni di distanza dall’aultimo lavoro, sempre di sei tracce, tornano i polacchi C-4 con il loro grind death metal per proporci questo “Next Issue Of The Rotten World” dove in dodici minuti di malsano ascolto si assiste ad una prova complessivamente ben riuscita ma abbastanza pernalizzata dalla produzione. La band offre un quadro compositivo piuttosto serrato con sonorità piene e andature anche in mid tempo abbastanza d’effetto; in alcuni casi, per quanto attiene alla parte più death, azzardando qualche paragone si ha l’impressione di ascoltare una via di mezzo tra Entombed, Napalm Death e Dismember, mentre sul grind riterrei più azzeccati Repulsion e Insect Warfare. Complesivamente l’ottimo growl offre momenti abbastanza intensi ma ruolo di rilievo appartiene indiscutibilmente anche alla ritmica. La breve durata dei brani tuttavia lascia ben intendere che il lavoro non fa una piega tra “Dark Chant”, un brano tra death e punk quasi mentre anche “Despised” e “Stuck In Stagnation” sono un esempio della discreta riuscita di questo mini album. Il risultato appare complessivamente soddisfacente ma in parte penalizzato da una produzione non proprio magistrale.

Track by Track
  1. Pain 65
  2. Dark Chant 70
  3. Despides 70
  4. Stuck In Stagnation 70
  5. Derisive Smile 70
  6. All Hope Is Lost 65
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 60
  • Qualità Artwork: 65
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
68

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 08.06.2019. Articolo letto 212 volte.

 

Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.