To Find Solace «The Place» (2018)

To Find Solace «The Place» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Led »

 

Recensione Pubblicata il:
29.06.2018

 

Visualizzazioni:
216

 

Band:
To Find Solace
[MetalWave] Invia una email a To Find Solace [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di To Find Solace [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di To Find Solace [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di To Find Solace [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di To Find Solace

 

Titolo:
The Place

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Mattia - One Man Band

 

Genere:
Alternative

 

Durata:
30' 0"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
2018

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Progetto one man band a cura di Mattia che propone un buon Melodic Hardcore, con influenze Metalcore ed elettroniche, senza rinunciare alla componente ambient alternative rock che fà di questo album autoprodotto e titolato The Place, un cd originale e dalle ottime potenzialità sonore.
"To Find Solace", questo il moniker di Mattia, riesce ad assemblare suoni d'atmosfera e suggestivi che generano con regolarità e per tutta la durata dell'album, melodie e suoni suggestivi e piacevolmente inquietanti.
"The Place" è un cd che dopo vari ascolti non è assolutamente catalogabile tra le file di un Metalcore, Hardcore, ma indubbiamente siamo di fronte a dieci brani, ambient che regalano emozioni a profusione dall'inizio alla fine, con innesti wave che impreziosiscono il suono generale del disco.
Si parte con la traccia Mental Tattoo, un'intro leggera che lascia spazio a tracce come Heartsease, Hiraeth, dove il ritmo si alza ma senza esagerare. Suoni campionati e synth si vanno ad intrecciare con una voce soffusa rendendo l'album corposo e allo stesso tempo scuro improntando così il genere anche verso correnti più darkeggianti "The Place", "Despondent".
Un finale che evidenzia ancora di più il buon bagaglio di idee di Mattia che riesce a creare ottimi spunti musicali per un progetto nel complesso bello e piacevole all'ascolto.
Un debutto che sicuramente catturerà l'attenzione degli amanti del genere, specie per quelli che sono alla ricerca di un sound originale e innovativo.

Track by Track
  1. Mental Tattoo 65
  2. Heartsease 65
  3. Hiraeth 65
  4. Limerence 70
  5. At Sixes & Sevens 70
  6. The Place 65
  7. Pure Love (Feat. Armo of Under The Bed) 70
  8. Despondent 65
  9. The Perfect Room 65
  10. The Worst Room 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 65
  • Originalità: 65
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
67

 

Recensione di Led » pubblicata il 29.06.2018. Articolo letto 216 volte.

 

Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.