Design «Daytime Sleepwalkers» (2015)

Design «Daytime Sleepwalkers» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Dust »

 

Recensione Pubblicata il:
30.09.2015

 

Visualizzazioni:
1324

 

Band:
Design
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Design [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Design [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Design [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Design [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Design

 

Titolo:
Daytime Sleepwalkers

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Dani: Vocals
Nic: Guitars, Synth
Sara: Bass
Bob: Drums

 

Genere:
Rock

 

Durata:
57' 11"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
15.09.2015

 

Etichetta:
Thisiscore Label
[MetalWave] Invia una email a Thisiscore Label [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Thisiscore Label [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Thisiscore Label [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Thisiscore Label

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Provenienti da Castelfidardo, i “Design” si formano nel 2008, nel progetto entrano a far parte musicisti già di una certa esperienza nell’ambito della musica elettronica, questo background è molto evidente in ogni aspetto stilistico proposto. Proprio questo è il genere proposto, elettronica 80-90, strizzando l’occhio ad elementi funky e fusion che regalano qualcosa in più all’ascolto senza cadere eccessivamente nel banale o in qualcosa di risentito.
A distanza da ben 5 anni dal primo lavoro “Technicolor Noise” e da quattro dall’ EP “Fail Better” è la volta di “Daytime Sleepwalkers”, album uscito per This Is the Core Records.
Il lavoro è molto curato sotto ogni aspetto compositivo e di produzione: il termine che mi viene in mente per sintetizzare è “scrupoloso”; da un lato si può apprezzare la grande cura dei particolari e delle strutture, però si sente un certo distacco dal mood dei brani che li porta quasi ad essere eseguiti in maniera un po’ troppo fredda, lasciando indietro il feeling che ha caratterizzato i grandi artisti (del passato soprattutto) di questo genere. Quello manca soprattutto, è un tocco di personalità che possa contraddistinguere in maniera significativa il lavoro all’interno di un panorama veramente ampio.
Nulla di dire sulla performance tecnica dei musicisti sotto nessun punto di vista, una prova brillante a 360 gradi, così come la produzione di altissimo livello.
Una grande nota di merito va fatta l’artwork del disco, che risulta veramente ben fatta e di grande impatto.
Non sono un appassionato del genere, però la qualità la si apprezza facilmente e non si può fare a meno di superconsigliare l’album.
Speriamo di sentire altro materiale attraverso il quale, la band possa esprimersi a livelli ancora più alti e personali, riuscendo a lasciare veramente il segno.

Track by Track
  1. Voodoo Doll 60
  2. My Recurring Nightmare 65
  3. Daytime Sleepwalkers 65
  4. Shy Dancer (feat. KMdromMYills) 70
  5. Vampire On The Beach 70
  6. Maybe (feat. Alessandro Apolloni) 65
  7. Florence 70
  8. So Cruel (feat. Nrec) 70
  9. Guilty Pleasure 65
  10. Love = Fiction 70
  11. Fish Food 65
  12. Valium Pillbox 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 90
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
71

 

Recensione di Dust » pubblicata il 30.09.2015. Articolo letto 1324 volte.

 

Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.