Last Minute to Jaffna «Volume III» (2014)

Last Minute To Jaffna «Volume Iii» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
21.01.2015

 

Visualizzazioni:
1255

 

Band:
Last Minute to Jaffna
[MetalWave] Invia una email a Last Minute to Jaffna [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Last Minute to Jaffna [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Last Minute to Jaffna

 

Titolo:
Volume III

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Andrea Pellegrino :: Drums
Alessandro Rilampi :: Guitars
Matteo Battocchio :: Bass
Valerio Damiano :: Vocals, Guitars
Danilo Battocchio :: Guitars

 

Genere:
Heavy & Psychedelic Metal

 

Durata:
47' 55"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
24.01.2014

 

Etichetta:
Bare Teeth Records
[MetalWave] Invia una email a Bare Teeth Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Bare Teeth Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Bare Teeth Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Conoscevo già i torinesi Last Minute to Jaffna, per il loro pregevole EP del 2006, a cui poi seguì nel 2008 un primo full length chiamato “Volume I”, decisamente più ombroso e meditativo. Ora, se non ho capito male, questo “Volume III” è un cd in versione acustica di 3 canzoni del primo album e del secondo full length, che deve ancora uscire e che si chiamerà “Volume II”.
Quindi, come vogliamo chiamarlo questo “Volume III”? Un EP di quasi 48 minuti? Un full length? Non lo sappiamo, ma ciò che sappiamo è che con questa release totalmente acustica con l’aiuto di un paio di session che hanno aggiunto valore ai brani con altri strumenti classici, i LMTJ sanno come stupirci e rivelare una facciata troppo dimenticata di queste bands post, cioè la maggior fruibilità compositiva dovuta ad un sound più semplice e meno complesso a livello di chitarre, che dona ai brani un tocco più intimista, quasi desertico in “Chapter VI”, ombroso in “Chapter XXV”, leggermente più guitar driven, e quasi creepy nella opener “Chapter V”, con un andamento strascinato e stentoreo davvero affascinante. Ne risulta sicuramente una release davvero interessante per gli amanti dello sludge e anche di certo post rock meno distorto e aggressivo.
E che tuttavia ha solo un difetto: non mi sembra per niente imprescindibile, visto che a quanto sembra i due inediti saranno pubblicati in versione più elettrica, quindi ci chiediamo quanto avrà senso questo “Volume III” dopo che il “Volume II” sarà uscito. Non era più facile aggregarlo nel nuovo full length in modo anche da solleticare maggiormente la curiosità dei fans o degli appassionati del genere, o almeno riempire quegli spazi vuoti del cd o metterci un brano inedito? Io francamente avrei preferito, perché questa release avrebbe avuto qualcosa di esclusivo, ma così com’è io la vedo oscurata dal prossimo full length nonché poco necessaria. Disco di transizione che invece poteva essere un’ottima transizione prima del secondo full length. Peccato.

Track by Track
  1. Chapter V 70
  2. Chapter XIII 70
  3. Chapter XXV 70
  4. Chapter VI 70
  5. Chapter XI 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
71

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 21.01.2015. Articolo letto 1255 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.