Prophecy «Legions Of Violence (Reissue) » (2012)

Prophecy «Legions Of Violence (reissue)» | MetalWave.it Recensioni Autore:
carnival creation »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
407

 

Band:
Prophecy
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Prophecy [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Prophecy

 

Titolo:
Legions Of Violence (Reissue)

 

Nazione:
Brasile

 

Formazione:
Regèrio Avlis :: Vocals, Guitars
Amaury Garcia :: Bass
Cuinha :: Khols :: Drums

 

Genere:

 

Durata:
46' 31"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
2012

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Sembra strano da vedere ma la band brasiliana dei Prophecy, pur essendo attiva fin dal 1988, nel corso degli anni hanno pubblicato solamente due demo (“Dusty Inheritance” 1991 e “Technics Of Violence” di ben dieci anni dopo). Gli enormi problemi all’interno della formazione ed una stabilità di gruppo compromessa mille volte ha rallentato miseramente lo svolgimento musicale di una band che, chi può dirlo, avrebbe potuto contribuire a migliorare e/o a confermare la scena del vecchio Thrash Metal di tanti or sono. Queste sono le cause che hanno fatto sì che i Prophecy suonino praticamente sconosciuti ai più, comunque sia solo nel 2008 il primo full-lenght “Legions Of Violence” fu dato alle stampe e riaccese (o quantomeno tentò di farlo) la voglia di fare e di produrre; di fatti la prima versione del debut-album fu rilasciata sotto Morbid Tales Records quattro anni fa e l’efficiente EBM Records, che tanto si preoccupa delle realtà valide del Thrash Metal, ha pensato bene di ristampare questo lavoro per farlo girare il più possibile. In Italia almeno è arrivato, speriamo circoli ancora di più.
Ciò che si evince da “Legions Of Violence” è che per i Prophecy il tempo sembra, giustamente, essersi fermato a più di vent’anni fa quanto a soluzioni melodiche, ritmi cadenzati e dinamiche proprie del genere. Del resto può far anche piacere ascoltare del materiale che proviene –potremmo azzardare- dal passato di una band infarcita di ritardi mostruosi che dir si voglia. Motivo? Ormai i Metallica non sono più considerabili tali se non in sede live e molte altre realtà che dominavano la scena hanno scelto di sperimentare o divenire la barzelletta di loro stessi con frequenti atteggiamenti da rock-star fallita.
Sembra ovvio, quindi, che un lavoro genuino come “Legions…” ci riporta indietro con la mente ai tempi in cui tutto sembrava diverso, migliore per certi versi, anche se il disco dei nostri di originale non ha pressoché nulla e, purtroppo alle lunghe suona piuttosto noioso, prevedibile e stucchevole ma solamente in funzione del fatto che siamo già abituati ad ascoltare di tutto e di più.
Resta l’ovvio fatto che di grinta i Prophecy ne hanno da vendere e, tra riff furiosi, carisma a go-go e assoli a non finire, se la suonano e se la ballano per tre quarti d’ora abbondanti. Buonissima la produzione e buona anche l’idea di inserire dei cori per rendere più dinamica la resa inoltre il livello tecnico del gruppo non ci fa certo sorridere di trovarci di fronte ad un branco di ragazzini incompetenti. Come si suol dire, ai nostri “gli fumano” solo che, a mio avviso, dovrebbero sfruttare al meglio questa tecnica, magari per sorprenderci un po’.
Per ora “Legions Of Violence” resta il primo vagito di una band a cui è lecito chiedere di più.

Track by Track
  1. Overture 50
  2. When Insanity Calls 70
  3. Lying Prophets 70
  4. Agony Within 70
  5. Empty Life 70
  6. Risen From Hell 65
  7. Paradigmatic Reality 60
  8. Evilution 60
  9. Nameless 70
  10. The Game (Is Violence) 65
  11. Legacy of Ashes 60
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 65
  • Originalità: 50
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
65

 

Recensione di carnival creation » pubblicata il --. Articolo letto 407 volte.

 

Articoli Correlati

News
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.