Damned Spring Fragrantia «Fragments Of A Decayed Society» (2009)

Damned Spring Fragrantia «Fragments Of A Decayed Society» | MetalWave.it Recensioni Autore:
machinesofhate »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
1019

 

Band:
Damned Spring Fragrantia
[MetalWave] Invia una email a Damned Spring Fragrantia [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Damned Spring Fragrantia [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Damned Spring Fragrantia

 

Titolo:
Fragments Of A Decayed Society

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Marco - Voce
Isaia - Basso
Tino - Chitarra
Enrico - Chitarra
Nicolò - Batteria

 

Genere:

 

Durata:
15' 20"

 

Formato:
EP

 

Data di Uscita:
2009

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

L’underground italiano è ricchissimo di talenti, su questo non c’è dubbio. Possiamo trovare band con i controcoglioni che darebbero la paga in 5 minuti a gente che fa tour mondiali. Ma ahìmè, le opportunità per salire sono ben poche ma si spera sempre un giorno di riuscirci.
Oggi abbiamo una di queste band, ossia i Damned Spring Fragrantia.
Provenienti da Parma, estremamente giovani, nascono nel 2007, iniziando a suonare per puro divertimento tra amici. Le cose riescono talmente bene da far cambiare i progetti dei componenti, ossia iniziare a fare le cose seriamente. Da questo momento è un’ascesa continua. La pubblicazione di “Threatened Integrity” e “Buried Memories”(autoprodotti) sul loro myspace attira l’attenzione di Miasma Booking, che li accoglie nel roster. L’attività live inizia a farsi piu intensa ed ecco arrivare “Fragments Of a Decayed Society”, Ep contenente 4 pezzi, tutti estremamente brutali e senza fronzoli.
Infatti i nostri ci propongono un Death Metal in chiave moderna, con qualche spunto hardcore, ma suonato veramente bene, considerando anche la giovane età dei componenti.
Partenza con “Emptiness”, e si capisce gia da subito la pasta di questo mini-cd. Potenza e aggressione sonora, con riff taglienti e assassini e sezione ritmica martellante.
Si prosegue con “Get Rid Of Habit” e “Placed Nowhere” dove vengono in mente gruppi come Whitechapel e Meshuggah, per poi concludere con la Hit “Drowning”, a mio parere il pezzo migliore dell’Ep, dove possiamo trovare velocità, melodia e break down mischiati in maniera egregia.

Insomma, è un immenso piacere avere band di questo calibro in Italia, ce né bisogno davvero. Complimenti dunque ai Damned Spring Fragrantia che sanno il fatto loro e faranno parecchia strada. Aspettiamo sicuramente un album. Promossi.

Track by Track
  1. Emptiness 80
  2. Get Rid Of Habits 80
  3. Placed Nowhere 80
  4. Drowning 90
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 90
  • Qualità Artwork: 80
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
82

 

Recensione di machinesofhate » pubblicata il --. Articolo letto 1019 volte.

 

Articoli Correlati

Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.