Aura «A Different View From the Same Side» (2008)

Aura «A Different View From The Same Side» | MetalWave.it Recensioni Autore:
NeOz »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
1276

 

Band:
Aura
[MetalWave] Invia una email a Aura [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Aura [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Aura [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Aura [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Aura [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Aura

 

Titolo:
A Different View From the Same Side

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Giovanni Trotta :: Vocals, Drums
Francesco Di Verniere :: Keyboards
Diego Corini :: Guitars
Angelo Cerquaglia :: Bass

 

Genere:

 

Durata:
1h 7' 46"

 

Formato:

 

Data di Uscita:
2008

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Gli Aura, formatisi nel lontano 1996, dopo vari cambi di line-up, tre demo ed un promo alle spalle sono in procinto di far uscire il loro primo album “A Different View from the Other Side”, con una release date fissata per il prossimo 22 settembre. Questi quattro ragazzi, ci propongono un progressive metal, molto ben suonato, dagli arrangiamenti azzeccati che mai sfocia in qualcosa che sa di scopiazzato o di irritante per le orecchie dell’ascoltatore; un bel cd quindi, che ha nella traccia di apertura, secondo me, è il pezzo migliore; “At Opened Eyes” infatti, secondo brano (anche se di poco) per lunghezza, è davvero un gioiellino di prog metal, caratterizzato da un andamento orientaleggiante, da bei riff di scuola petrucciana, bei solos di chitarra e di tastiera ed un buon lavoro da parte della sezione ritmica, senza tralasciare la bella voce di Giovanni Trotta (cantante/batterista della band). “A New Life” mi ha riportato alla mente il lavoro dei Dream Theater dell’epoca di “Metropolis Pt.2”, il che può essere considerato negativo per certi fattori ma positivo per altri, quindi posso dire che si tratta di un pezzo ben suonato, ma che ad eccezione di un piccolo cambiamento stilistico (tra il blues,jazz ed addirittura lounge in certi punti) non brilla certo di originalità. Se il secondo brano non mi ha colpito il terzo “The Lord of Time” è un altro dei punti di forza del disco, con il suo ritornello catchy e le ottime melodie create dall’intreccio di una chitarra (molto hard rock in questo frangente), della tastiera e della, sempre bella, voce di Giovanni.
Di differente stampo la successiva “I Will Be There For You”, la rock ballad del disco, che raggiunge alte vette emozionali grazie ad una voce molto ispirata ed all’ottimo lavoro alle chitarre di Diego, con un solo semplice ma d’effetto.
Da segnalare nelle tracce successive, come ad esempio la suite “A Different View From the Same Side” un eccezionale lavoro chitarristico da parte di Diego ed infine il bellissimo brano acustico “Feelings” in cui interviene, come special guest, una voce femminile, Elena De Miranda che, con la sua voce e le sovrapposizioni con Giorgio, riesce a creare una bellissima atmosfera, che a tratti mi ha ricordato i Novembre.
Durante l’ascolto dei vari brani componenti “A Different View From the Same Side” si percepiscono le influenze di band quali Dream Theater (in primis), Queensryche, Genesis e PFM, come d’altronde detto da tutti i componenti della band, ma i nostri hanno saputo fondere il tutto proponendoci qualcosa di abbastanza personale e come debut-album, beh, non potranno che essere soddisfatti.
Bel lavoro!

Track by Track
  1. At Opened Eyes 92
  2. A New Life 65
  3. The Lord of Time 80
  4. I Will Be There For You 82
  5. A Different View From the Same Side 75
  6. Pray 72
  7. Feelings 85
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 80
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 85
Giudizio Finale
79

 

Recensione di NeOz » pubblicata il --. Articolo letto 1276 volte.

 

Articoli Correlati

News
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.