Agape «Mind Pollution» (2022)

Agape «Mind Pollution» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
06.03.2022

 

Visualizzazioni:
202

 

Band:
Agape
[MetalWave] Invia una email a Agape [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Agape [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagine GooglePlus di Agape

 

Titolo:
Mind Pollution

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Alice Taddei – voce e cori;
- Alessia Lodde – basso e cori;
- Elia Giorgi – chitarra elettrica e cori;
- Gabriele Coppola :: chitarra elettrica e cori;
- Filippo Di Martino :: batteria, percussioni e cori;

 

Genere:
Alternative Rock

 

Durata:
29' 34"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
25.02.2022

 

Etichetta:
Red Cat Records
[MetalWave] Invia una email a Red Cat Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Red Cat Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Red Cat Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Red Cat Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Red Cat Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Red Cat Promotion
[MetalWave] Invia una email a Red Cat Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Red Cat Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Red Cat Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Red Cat Promotion

 

Recensione

Che bella sorpresa questo debutto dei fiorentini Agape, progetto nome nato dall’insieme delle iniziale dei singoli membri di questa alternative, hard rock band nata nel 2017 tra i banchi del liceo e forte di un carisma sorprendente ed accattivante sviluppato nelle otto tracce di “Mind Pollution”. Il lavoro offre un’ottima commistione di sonorità, un po’ alla BLS se vogliamo, in grado di trappare via il disagio maturato nel corso degli ultimi due anni portatore di vera follia. I suoni di questo disco sono nitidi, semplici, puliti e resi in maniera determinata nella prima parte del disco mentre, successivamente, danno luogo ad un contesto più atmosferico cupo prevalentemente dominato sempre da un’ottima prova vocale tutta al femminile. Brani melodici con riff robusti che supportano al meglio il DNA del lavoro, ricco anche di una forte personalità. La forte presa di “The Spark” e la matrice un po’ più hard rock degli ACDC prendono invece corpo con “Mind The Gap” e “Gaia And Theia”, uno dei brani tra i migliori del platter; da ricordare anche “The Surgeon” per l’altalenante ritmica e la conclusiva “ Uranium-238”, un brano determinato come non mai tanto da ricordarci qualche passaggio grintoso come gli Aerosmith su “Pump”. Mind Pollution è un ottimo debutto che lascia ben prospettare il futuro di questa band, forte di un carico energico che in pochi, al giorno d’oggi, sanno realmente concretizzare.

Track by Track
  1. The Spark 80
  2. Mind The Gap 80
  3. Gaia & Theia 80
  4. Loss On Ignition 75
  5. Self Confidence 75
  6. Son Of Alchemy 75
  7. The Surgeon 75
  8. Uranium – 238 80
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 80
  • Originalità: 80
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
78

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 06.03.2022. Articolo letto 202 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.