Equaleft «We Defy» (2019)

Equaleft «We Defy» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Led »

 

Recensione Pubblicata il:
11.06.2019

 

Visualizzazioni:
125

 

Band:
Equaleft
[MetalWave] Invia una email a Equaleft [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Equaleft [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Equaleft

 

Titolo:
We Defy

 

Nazione:
Portogallo

 

Formazione:
Miguel 'Inglês': Vocals
Bernardo 'Malone': Guitar
Miguel Martins -Guitar
Marco Duarte- Drums
André Matos-Bass

 

Genere:
Death / Thrash / Groove Metal

 

Durata:
46' 0"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
01.02.2019

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Gli Equaleft sono un quintetto di Gaia/Portogallo e pubblicano il nuovo progetto "We Defy", per la Raising Legends/Raging Planet.
Siamo di fronte ad un Metal con particolari riff groove l’equivalente del classico pugno allo stomaco capace di lasciarci senza respiro, un concentrato furente di Progressive, con il risultato sconcertante (nel buon senso della parola) di dare vita a velocissimi, meccanici e tiratissimi 46 minuti.

A spiccare troveremo la prestazione vocale di Miguel, autentico mattatore dell’opera in questione. Una creatura tanto indiavolata quanto viscerale, disposta a compromettere ogni oncia del proprio essere a favore dell’opera artistica in questione. Le rasoiate si susseguono con un tiro ritmico assolutamente efficace, ben propenso a fornire prima densità e poi sensi di stordimento praticamente costanti.

Se saremo capaci di andare oltre il riferimento ovvio che ci accalappierà subito alla gola potremo godere di un disco realmente selvaggio, ricco di spunzoni “fastidiosi” che non stanno a guardare in faccia niente e nessuno (ah, le tipiche frasi di circostanza che mi vengono incontro). Un primo passaggio che passa forse in sordina, ma che poi sputa e si evolve, facendo virare "We Defy" nella nostra direzione in tutta potenza (c’è un che di magico al suo interno, qualcosa che andrà accomunato alla dose di professionalità immediatamente respirabile).

Non riesco proprio a scegliere qualcosa di preferito al suo interno, diciamo che l’album è omogeneo, così come inizia, finisce, la sua funzione di grosso masso è pienamente mantenuta nel tempo e ogni tentativo di emettere una preferenza finisce ben presto fuori dai pensieri o radar in questione. Il raggiumento del vero stordimento è l’obiettivo primario ed essenziale ordito degli Equaleft, i quali non smettono per un solo momento di bombadarci con trovate ora aggressive, ora volgari ma comuque sia sempre dolenti e “presenti”. Pugni che arrivano tutti a destinazione per una quarantina di minuti di “palestra” casalinga.

Track by Track
  1. Before Sunrise 70
  2. Once Upon A Failure 70
  3. We Defy 65
  4. Mindset 70
  5. Endless 65
  6. Strive 70
  7. Overcoming 75
  8. Fragments 75
  9. Realign 70
  10. Disconnected 65
  11. Uncover The Masks 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 60
  • Originalità: 65
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
68

 

Recensione di Led » pubblicata il 11.06.2019. Articolo letto 125 volte.

 

Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.