Enemynside «Dead Nation Army» (2018)

Enemynside «Dead Nation Army» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
03.01.2018

 

Visualizzazioni:
1280

 

Band:
Enemynside
[MetalWave] Invia una email a Enemynside [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Enemynside [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Enemynside [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Enemynside

 

Titolo:
Dead Nation Army

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Francesco Cremisini :: vocals, guitar;
- Matteo Bellezza :: guitar;
- Andrea Pistone :: bass;
- Fabio Migliori :: drums;

 

Genere:
Thrash Metal

 

Durata:
15' 28"

 

Formato:
EP

 

Data di Uscita:
23.01.2018

 

Etichetta:
Hatestone Records
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Hatestone Records

 

Distribuzione:
iTunes
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di iTunes
CdBaby
[MetalWave] Invia una email a CdBaby [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di CdBaby [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di CdBaby [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di CdBaby [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di CdBaby

 

Agenzia di Promozione:
Rock On Agency
[MetalWave] Invia una email a Rock On Agency [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Rock On Agency

 

Recensione

Proprio bello questo Ep dei romani Enemynside, band all’attivo dal 1999, con il suo inconfondibile Thrash Metal oggi pressato in “Dead Nation Army”; la band, con all’attivo due full lenght e alcuni demo ma con un gran numero di inediti e video clip, dopo aver militato nei palchi mondiali anche come gruppo spalla di band di tutto rispetto, rilascia oggi queste quattro tracce incredibilmente energiche e muscolose grazie alla significativa struttura che contraddistingue i brani. Il quartetto, forte di un clean rabbioso ma in particolar modo della potenza dei riff delle chitarre, tra ritmiche altalenanti, lead solo virtuosi e quanto di più divertente possa pretendersi, riesce a fare colpo nell’ascoltatore proprio per la tecnica e per l’estrema cura con cui viene pressato l’Ep. Un quarto d’ora di inarrestabile potenza invade i timpani con le caratteristiche andature thrash ma anche con imponenti groove che spaccano a dovere lasciando una sensazione di assoluta capacità e divertimento. A “For All Jerks” viene affidato il compito di aprire l’Ep e allo stesso tempo di ipnotizzare l’ascoltatore in tutta la sua potenza ritmica all’interno della quale un sound compatto e massiccio rende sin da subito l’idea del contenuto della prova; “Devil In Disguise”, altra straordinaria performance con un gioco ritmico di chitarre estremamente tecnico e ben fatto soprattutto nel confronto ritmico con la batteria; ma ancora “Buried Past” affidata ad un sobrio riff con un’annessa ritmica più moderata ma estremamente dinamica nell’esecuzione che giunge sino al conclusivo “Involution (R)evolution” estremamente compatto dall’inizio alla fine. Un ottimo risultato divertente, piacevole e personale. Se questi sono i presupposti per un prossimo album, dateci sotto che siete già sul tappeto rosso….!

Track by Track
  1. For All Jerks 80
  2. Devil In Disguise 80
  3. Buried Past 80
  4. Involution (R)evolution 80
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 80
  • Originalità: 80
  • Tecnica: 85
Giudizio Finale
81

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 03.01.2018. Articolo letto 1280 volte.

 

Articoli Correlati

News
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.