Alltheniko «Italian History VI» (2017)

Alltheniko «Italian History Vi» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
12.12.2017

 

Visualizzazioni:
922

 

Band:
Alltheniko
[MetalWave] Invia una email a Alltheniko [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Alltheniko [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Alltheniko [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Alltheniko [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Alltheniko [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Alltheniko

 

Titolo:
Italian History VI

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Joe Boneshaker :: guitars;
- David Nightflight :: bass, vocals;
- Luke The Idol :: drums;

 

Genere:
Heavy / Thrash / Power Metal

 

Durata:
37' 29"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
15.09.2017

 

Etichetta:
Pure Steel Records
[MetalWave] Invia una email a Pure Steel Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Pure Steel Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Pure Steel Promotion
[MetalWave] Invia una email a Pure Steel Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Pure Steel Promotion

 

Recensione

Veramente interessante questo sesto album dei piemontesi Alltheniko, garanzia indiscussa dell’Heavy Metal nazionale da oltre quindici anni, oggi alle prese con questo sesto album recante titolo “Italian Story VI”, un concentrato di indiscussa potenza, completo, dinamico e coinvolgente al 100%. Nei nove brani pressati nel disco la band si diletta anche con puntate di speed power ma incentra in ogni caso il tutto sul genere al loro più caro , attraverso andature dinamiche, riff travolgenti che scatenano un vero e proprio vortice travolgendo tutto ciò che incontra, ascoltatori inclusi. Non necessariamente lungo nei contenuti, diretto all’obiettivo prefissatosi, l’album nella sua compattezza, trasmette tutta l’energia che questo trio racchiude in sé; tra le tracce, tutte indicativamente della stessa fattura e senza discriminazione alcuna, sparate a manetta dall’inizio alla fine, spiccano “Respect And Fight”, grintosa con contesti tendenti anche al power ma indubbiamente una vera e propria corsa frenetica; non da meno neanche “Waste Of Time” e “Pain To Play” brani che rimangono impressi anche per la loro melodia che tende a riconoscersi tra un contesto e l’altro a suoi di riff e cavalcate di batteria; “Italian Story VI”, secondo brano del platter in lingua madre che ben esprime l’assetto e la compattezza dell’heavy, sino a giungere al conclusivo “Propaganda”; un brano che spazia dal Thrash all’Heavy sino al hard rock. Un disco dall’indiscussa, discreta resa ma che a lungo andare potrebbe tendere un po’ ad annoiare probabilmente a causa di un assetto compositivo costantemente tirato dall’inizio alla fine ma comunque giustificato dal modus operandi che ormai caratterizza questa band.

Track by Track
  1. Man On The Edge 65
  2. Respect And Fight 70
  3. Emblema 65
  4. Waste Of Time 75
  5. Pain To Play 70
  6. Denier 70
  7. Like A Fake 70
  8. Italian Story VI 75
  9. Propaganda 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
70

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 12.12.2017. Articolo letto 922 volte.

 

Articoli Correlati

News
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.