In Aevum Agere «From the Depth of Soul (Remastered)» (2017)

In Aevum Agere «From The Depth Of Soul (remastered)» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
22.10.2017

 

Visualizzazioni:
1013

 

Band:
In Aevum Agere
[MetalWave] Invia una email a In Aevum Agere [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di In Aevum Agere [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di In Aevum Agere [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di In Aevum Agere

 

Titolo:
From the Depth of Soul (Remastered)

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Bruno Masulli :: Guitars, vocals;
- Piersabato Gambino :: Bass;
- Claudio Del Monaco :: Drums;

 

Genere:
Epic Power Doom Metal

 

Durata:
27' 34"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
2017

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

In occasione del decennale debutto degli Aevum Agere avvenuto nel lontano 2007 con il cd demo “From the Dept of Soul” e per quale questa web magazine ebbe già a recensire questo lavoro, viene oggi riproposta un’edizione rimasterizzata del medesimo disco che vede l’aggiunta di un ulteriore traccia semplicemente intitolata “Track VII” contenente riff generati all’epoca e mai inseriti nel demo. Indubbiamente il sound rapportato ad un decennio fa risulta decisamente più all’avanguardia e nitido tanto da far meglio percepire la tecnica e lo stile della band attraverso i suoi generosi riff che tanto fecero positivamente apprezzare il disco anche al di fuori del territorio nazionale. Il clean è decisamente espressivo e toccante, proprio a rappresentarci la propensione che la band all’epoca aveva per gli orientamenti musicali più amati; il mix power heavy indubbiamente è stato il risultato di una scelta decisamente valida all’epoca proprio al pari di alcune ambientazioni di apertura riconducibili ad alcune tracce dall’effetto più oscuro. I cinque brani si susseguono l’uno con l’altro offrendo sempre un valido e significativo contenuto strutturale e musicale di tutto rispetto. Quanto alla nuova track “Track VII” si rivela con un’ apertura strutturata su un riff intenso e moderato che genera una classica andatura heavy abbastanza lenta e con alcuni richiami epici d’effetto; anche il lead solo è intenso, non virtuoso ma studiato per distogliere l’attenzione spesso troppo fossilizzata sulla medesima ritmica. Un remastered che si apprezza per omaggiare da un lato, gli esordi di una band e dall’altro, l’operato della stessa che ancora oggi, a distanza di anni, ci lascia qualcosa da apprezzare soprattutto per i risultati positivi da sempre accumulati.

Track by Track
  1. Omne Aevum (Intro) S.V.
  2. Track II (In Aevum Agere) S.V.
  3. From the Dept of the Soul S.V.
  4. Ex-Animo (Interludium) S.V.
  5. My Eyes of Pain S.V.
  6. Vocatio Mistica (Voice of Mind) S.V.
  7. Track VII 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
70

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 22.10.2017. Articolo letto 1013 volte.

 

Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.