Schizo «Main Frame Collapse (Reissue)» (2016)

Schizo «Main Frame Collapse (reissue)» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
21.03.2016

 

Visualizzazioni:
1635

 

Band:
Schizo
[MetalWave] Invia una email a Schizo [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Schizo [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Schizo [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Schizo

 

Titolo:
Main Frame Collapse (Reissue)

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Alberto Penzin :: bass, effects
Carlo F. :: drums
Ingo :: vocals
S.B. Reder :: guitars & vocals

 

Genere:
Thrash Metal / Hardcore

 

Durata:
36' 57"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
25.01.2016

 

Etichetta:
Punishment 18 Records
[MetalWave] Invia una email a Punishment 18 Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Punishment 18 Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Punishment 18 Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Punishment 18 Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Punishment 18 Records

 

Distribuzione:
Andromeda Distribuzioni Discografiche
[MetalWave] Invia una email a Andromeda Distribuzioni Discografiche [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Andromeda Distribuzioni Discografiche [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Andromeda Distribuzioni Discografiche
Code7 Distribution
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Code7 Distribution
Plastic Head
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Plastic Head [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Plastic Head

 

Agenzia di Promozione:
Eagle Booking Live Promotion
[MetalWave] Invia una email a Eagle Booking Live Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Eagle Booking Live Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Eagle Booking Live Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Eagle Booking Live Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Eagle Booking Live Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Eagle Booking Live Promotion

 

Recensione

L’album di debutto degli Schizo, a noi di Metalwave sottoposto a recensione in quanto ristampato recentemente dalla Punishment 18, è uno dei classici passati del metal italiano, già ben noto sia per la sua musica che per il riconoscibilissimo artwork.
Di fatto, sul finire degli anni 80 – inizio anni 90 c’era una corrente mondiale di bands che prendevano il thrash e il metal classico e lo rimodellavano con sonorità e tematiche più violente, più dirette o comunque aggressive, arricchendo il discorso degli Slayer e diversificandolo in varie direzioni, tutte diverse eppure tutte riconducibili a una forma embrionale di metal estremo che al tempo neanche ancora esisteva, e bands come Venom, Bathory e tanti altri sono solo alcune delle timide sfaccettature che andavano formandosi di questo diamante grezzo senza nazionalità precisa. In Italia, per l’appunto, i migliori esponenti di questa evoluzione musicale sono stati (in ordine crescente di oscurità) i Bulldozer, i Necrodeath e appunto gli Schizo, che rappresentano la fascia più estrema di queste tre bands, fautori in questo MFC di sonorità nettamente più veloci e attualmente definibili (forse) come Thrash/Extreme Metal, le cui canzoni indubbiamente pregne di thrash racchiudevano molti elementi death e black, oggi chiaramente identificabili, ma che al tempo costituivano una innovazione assoluta (ricordiamo che al tempo il metal estremo non esisteva se non forma mentis inconscia dei metalheads di quel tempo). Anche le tematiche, come potete vedere dai titoli, sono più dirette e malvagie, che non fanno più inni al metal né hanno più tematiche epiche, preferendo parlare di mali psicofisici e di situazioni al collasso della mente. Non molto diverso da quanto fatto da certe bands death grind di lì a poco (non a caso certa voglia di caos va a farmi pensare ad una forma embrionale di Brutal Truth). Il tutto su di un substrato musicale ancora validissimo e che non teme confronti anche con alcuni wannabes del thrash.
Insomma: per cultura musicale mondiale, e non solo italiana, “Main Frame Collapse” è un album che va comprato dai fanatici di ogni tipo di metal estremo, in quanto rappresenta una delle tante e migliori twilight zones che ci sono state nella creazione del metal estremo a partire dal metal classico, insieme a tante altre.

Track by Track
  1. Violence at the Morgue 90
  2. Threshold of Pain 95
  3. Make Her Bleed Slowly 95
  4. Epileptic Void 95
  5. Removal Part 1 & 2 90
  6. Psycho Terror 90
  7. Sick of It All! 90
  8. Manifold Hallucinations 90
  9. Behind That Curtain - Intermezzo S.V.
  10. Main Frame Collapse 95
  11. Delayed Death 90
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 90
  • Qualità Artwork: 90
  • Originalità: 95
  • Tecnica: 90
Giudizio Finale
92

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 21.03.2016. Articolo letto 1635 volte.

 

Articoli Correlati

News
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.