Brand New Punch «Invulnerable» (2014)

Brand New Punch ĢInvulnerableģ | MetalWave.it Recensioni Autore:
Dust »

 

Recensione Pubblicata il:
03.06.2015

 

Visualizzazioni:
1407

 

Band:
Brand New Punch
[MetalWave] Invia una email a Brand New Punch [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Brand New Punch [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Brand New Punch [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Brand New Punch [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Brand New Punch

 

Titolo:
Invulnerable

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Marco Stanzione – Vocals
Giovanni “Gray” Molle – Bass
Alfredo Tranchedone – Guitars
Gianni Marchelletta – Drums

 

Genere:
Groove Metal

 

Durata:
40' 43"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
31.10.2014

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Provenienti da Cassino, i Brand New Punch ci presentano il loro disco di esordio “Invulnerable”, lavoro Groove Metal con sfumature che vanno dal Thrash al Death Core non disdegnando passaggi in puro stile Hardcore.
Il mix è molto equilibrato e ricco di passaggi interessanti sia come ricerca di timing a livello ritmico sia melodicamente: ad una prima impressione molti elementi non risultano immediatamente digeribili, ma ci si rende conto che sono proprio le soluzioni e scelte che rimangono più impresse già dopo un primo ascolto, per cui risultano di sicuro vincenti per una band emergente.
Più nel dettaglio, tutte le tracce trasmettono una buona energia e un ottimo groove grazie ad ottimi riff macinati in maniera impeccabile e ritmiche spesso tirate; i ragazzi fanno largo uso di tempi in levare e accenti capaci di stravolgere l’ascolto, per poi ritornare in carreggiata con chorus aperti che confermano una maturità compositiva degna di nota. Forse questi elementi non saranno visti di buon occhio dai “Defender”, ma io premio l’originalità sempre e comunque.
L'album è stato registrato e mixato da Stefano “Saul” Morabito nei suoi 16th Cellar Studios di Roma, conferendo al lavoro una qualità audio di alto livello, anche se si avverte un certo sbilanciamento tra basso e chitarra sia come volume sia come mix di frequenze che rende un po’ impastato il sound complessivo. Per il resto le prestazioni sono tutte sopra le righe, con nota particolare per l’interpretazione vocale di Marco, che riesce a tirare fuori carattere in tutte le sfaccettature di genere presentata.
Come ulteriore nota di merito, ho avuto modo di ascoltare live i Brand New Punch, rimanendo veramente colpito dal peso che riescono ad avere live, dall’uniformità di sound (che ho apprezzato più dal vivo che da disco) e dal carattere che tirano fuori sul palco.
Insomma, album d’esordio promosso e consigliato a tutti quelli che vogliono far pompare lo stereo a modo.

Track by Track
  1. Invulnerable 75
  2. Infiltrati 75
  3. Same shit New punch 75
  4. Ignorage 80
  5. Made of Steele 75
  6. New Sbornja 80
  7. Stabbing the justice 75
  8. Cry Motherfucker! 70
  9. Stay Human 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 85
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
77

 

Recensione di Dust » pubblicata il 03.06.2015. Articolo letto 1407 volte.

 

Articoli Correlati

Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.