Kiara Laetitia «Fight Now» (2013)

Kiara Laetitia «Fight Now» | MetalWave.it Recensioni Autore:
moro mou »

 

Recensione Pubblicata il:
16.01.2014

 

Visualizzazioni:
1176

 

Band:
Kiara Laetitia
[MetalWave] Invia una email a Kiara Laetitia [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Kiara Laetitia [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Kiara Laetitia [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Kiara Laetitia

 

Titolo:
Fight Now

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Kiara Laetitia :: vocals, music & lyrics

 

Genere:
Hard Rock

 

Durata:
20' 34"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
22.11.2013

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Spider Rock Promotion
[MetalWave] Invia una email a Spider Rock Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Spider Rock Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Spider Rock Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Spider Rock Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Spider Rock Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Spider Rock Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Spider Rock Promotion

 

Recensione

"I've been through one of the toughest moments in my life and I came out of it as a new person, stronger I should say and this is how the idea for 'Fight Now' came about”. E’ Kiara Laetitia che parla, protagonista dell’EP “Fight Now” pubblicato dalla romana Spider Rock Promotion per il 2013.
E la genesi delle 4 tracce, scritte, musicate, arrangiate e prodotte con la collaborazione di David DeFeis (Virgin Steele) e Ryan Smith (AC/DC, Iron Maiden, Joe Satriani, Beyoncé), é evidente soprattutto guardando ai testi, votati al racconto della scoperta della propria forza interiore e alla necessità di reazione per il superamento delle difficoltà personali, facilmente trasferibili dal singolo all’esperienza di ciascuno. In questo senso ritengo il contenuto di “Fight Now” genuino e personale quanto alla fonte di ispirazione, sebbene i testi siano molto immediati. E ciò acquista un piccolo valore aggiunto se guardiamo alla banalità di contenuti da cui siamo bombardati la maggior parte del tempo, da quando “video killed the radio star”. Non c’è bisogno di citare quelle furbette che hanno il solo merito di potersi permettere un video che esalti la loro prorompente forma e senza il quale ci addormenteremmo tutti a seguito della noia delle loro canzonette, vero?
Tuttavia, avendo ormai accumulato qualche annetto di esperienza con MetalWave e con le antenne sempre puntate verso la realtà musicale circostante, sono diventata davvero scettica verso i tentativi di sfondamento nel business dello spettacolo di sedicenti artisti/artiste tout court, che passano indistintamente dalla recitazione alla moda alla musica. Non posso dire con certezza se il caso di Kiara Laetizia, che ci viene continuamente presentata attiva su più fronti artistici, sia l’eccezione o la regola, ma so che sono belle che finite da tempo le epopee di Artisti poco più che ventenni, completi e di talento alla John Travolta.
Credo fortemente che la cover non faccia il disco – anzi di solito la qualità dell’una è inversamente proporzionale a quella dell’altro – ma non riesco proprio a soffrire l’approssimazione di “Fight Now”, da genesi e relativa seduta grafica di sforzo pari a 0.
Kiara Laetitia ha dalla sua l’ispirazione, una voce piacevole con buona pronuncia inglese (Deo gratias!), ma soprattutto l’aver azzeccato lo stile più adatto alle sue possibilità. Ha voluto mantenere lo spirito rock ma senza strafare al di fuori delle sue capacità vocali evidentemente pop. Anzi, complice un’ottima e attenta produzione, ha puntato più sulle melodiche ballads piuttosto che sui ritmi hard rock serrati, giungendo infine a uno stile oculatamente tarato su di sé.
Resta da capire se questo resterà il massimo spazio concesso alla sua avventura musicale o se, data la limitatezza di mezzi (oltre che di tracce) e le circostanze dell’ispirazione, non si avranno ulteriori sviluppi.
Per quanto mi riguarda confido sempre nel fatto che il talento unito alle argomentazioni difficilmente passeranno mai inosservati, per quanto lo show business contemporaneo, la quantità di canali di promozione e questo fiorire selvaggio di etichette indipendenti fin troppo democratiche, abbiano appannato e appiattito tutto il panorama dell’offerta musicale.
Davanti all’antica lotta dell’essere contro l’apparire, mi appiglio alla fede: Santa Meritocrazia, aiutaci tu.

Track by Track
  1. Fight Now 65
  2. I'm Not God 65
  3. Miss You Again 65
  4. Victory Is Mine 65
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 45
  • Originalità: 65
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
61

 

Recensione di moro mou » pubblicata il 16.01.2014. Articolo letto 1176 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.