KlogR «Till You Decay» (2012)

Klogr «Till You Decay» | MetalWave.it Recensioni Autore:
carnival creation »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
1433

 

Band:
KlogR
[MetalWave] Invia una email a KlogR [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di KlogR [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di KlogR [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di KlogR [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di KlogR [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di KlogR [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di KlogR

 

Titolo:
Till You Decay

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Rusty :: Vocals, Guitars
Nicola Briganti :: Guitars
Todd Allen :: Bass
Filippo De Pietri :: Drums

 

Genere:

 

Durata:
46' 22"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
2012

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Non lasciamoci ingannare dall’apparente difficoltà a leggere il moniker di questo buon gruppo. Si legge “Kay – Log – Are” e riguarda la legge di Weber-Fachner per cui già possiamo pensare di trovarci di fronte ad una band che propone una musica molto ragionata, in effetti proprio questo accade all’interno di “Till You Decay”, album pubblicato poco tempo fa e dotato anche di un artwork molto originale.
La produzione eccellente valorizza una proposta singolare che accentua l’energia dell’Alternative Metal mescolando il tutto con accenni di (Post-) Grunge e Alternative Rock. Merce rara quindi da trovare in circolazione, specie se i musicisti della formazione sono estremamente preparati e, sebbene si trovino in un contesto da debut-album, riescano a convincere trascinando l’ascoltatore in tre quarti d’ora di ottima musica ragionata e frutto di un songwriting che appare come un campionario di idee messe in pratica in modo certosino.
Tutto torna e tutto è adagiato alla perfezione in brani costruiti veramente bene; difficile trovare intoppi, anche perché il tutto suona egregiamente e senza annoiare un qualsivoglia curioso che tenta di accostarsi anche per la prima ad un genere musicale che butta l’occhio su tante influenze mescolate assieme senza generare fastidiosi grumi.
Energia quindi, energia ed ottima resa per un prodotto anche discretamente commerciale e questa sua fruibilità di certo avvicina molto un pubblico interessato ma anche coloro che non disdegnano qualcosa di mediamente tecnico. I nostri si esprimono con mid-tempo a go-go ma anche con rallentamenti adeguati al brano in sé e opportuni cambi di programma con incipit belli carichi sostenuti da riff di discreta fattura; voci carismatiche e ritmi precisi fanno il resto.
Come prima puntata i KlogR hanno davvero segnato un ottimo punteggio tant’è che non molto tempo fa se ne son partiti alla volta degli USA per il tour. Mica male come inizio!

Track by Track
  1. Live Dyng 75
  2. Silk And Thorns 70
  3. White Eyes 70
  4. Bleeding 70
  5. Green Star 75
  6. Self Loathing 75
  7. Naked Mind 70
  8. You Gotta Know 75
  9. Value Of Sin 75
  10. Silted Memories 75
  11. Young Graves 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 85
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 85
Giudizio Finale
75

 

Recensione di carnival creation » pubblicata il --. Articolo letto 1433 volte.

 

Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.