Tormenter «Pulse Of Terror » (2012)

Tormenter «Pulse Of Terror» | MetalWave.it Recensioni Autore:
carnival creation »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
599

 

Band:
Tormenter
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Tormenter [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Tormenter

 

Titolo:
Pulse Of Terror

 

Nazione:
Usa

 

Formazione:
Charlie Blitz :: Vocals
Rodrigo Rodriguez :: Guitars, Backing Vocals
Jahir Funes :: Guitars, Backing Vocals
Richard Orellano :: Bass
Thomas Bonilla :: Drums

 

Genere:

 

Durata:
59' 49"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
2012

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Se non fosse che gli americani Tormenter appartengano a questa decade musicale giurerei di aver ascoltato un disco Thrash degli ultimi anni 80 dello scorso secolo. Freschi di firma per la EBM Records, gli shredders di El Monte (California) hanno deciso di pubblicare il loro debut-album, consci della gavetta costituita da due demo (“Hammeread” 2007 e “Hunger for Violence” 2009) e da un EP (“Assault from Beyond the Grave” 2008) ora è giunto effettivamente il tempo di andare sulle lunghe distanze e poco importa se il genere affrontato è tipicamente old-school ed esente da qualsiasi tipo di originalità. Non credo che ai nostri importi di risultare icone dell’innovazione nonostante non posseggano la classica formazione Thrash Metal, cantante/chitarrista o bassista etc. Questo indubbiamente ha fatto sì che il singer Charlie Blitz si sia dedicato prevalentemente alla precisione sulle voci e i due chitarristi Rodriguez e Funes si sono concentrati sulla tecnica.

Con questi presupposti, “Pulse Of Terror” appare un disco Thrash piacevole, forse composto da composizioni troppo lunghe per un minutaggio totale che si aggira all’ora, e costituito da diverse mitragliate di batteria che non sceglie di seguire il classico tempo-tipo stereotipo del genere e che alle lunghe risulta stucchevole.
Qui di revival, in fondo ci sono tematiche e stile ma probabilmente ascoltando la title-track “Pulse of Terror”, “Inhumanity Personified” e “Severe Enforcement” sarà ben difficile restare indifferenti, più che altro per l’enorme tecnica adoperata dai nostri.
Certo, non che alle lunghe non ci si stufi ma almeno c’è passione da vendere.

Track by Track
  1. Gallery of Reality 65
  2. Absolution 60
  3. No Anesthesia 65
  4. Pulse of Terror 70
  5. Hunger For Violence 65
  6. Messiah On Trial 65
  7. Inhumanity Personified 70
  8. A Season in the Plague 65
  9. Severe Enforcement 70
  10. Assault from Beyond the Grave 65
  11. Dismantle the World 65
  12. Pantheon of Lunacy 60
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 60
  • Originalità: 55
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
66

 

Recensione di carnival creation » pubblicata il --. Articolo letto 599 volte.

 

Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.