Skanners «Factory Of Steel» (2011)

Skanners «Factory Of Steel» | MetalWave.it Recensioni Autore:
carnival creation »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
1375

 

Band:
Skanners
[MetalWave] Invia una email a Skanners [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Skanners [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Skanners [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Skanners

 

Titolo:
Factory Of Steel

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Claudio Pisoni - vocals
Fabio Tenca - guitars
Walther Unterhauser - guitars
Dino Lucchi - bass
Christian Kranauer - drums

 

Genere:

 

Durata:
41' 31"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
2011

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Era esattamente il 1982 quando una giovanissima band del nostro bel paese iniziava una carriera che sarebbe diventata incredibilmente lunga, arrivano a toccare anche l'allora impensabile 2011. Il loro nome era Skanners e, dopo una demo datata 1983, rilasciarono il loro primo disco, "Dirty Armada". Era il 1986 ed il sottoscritto aveva soltanto un anno. Beh, il tempo è passato e con esso anche tanti problemi più o meno gravi che gli Skanners hanno vissuto, ma mai in una sola volta hanno pensato di lasciar perdere tutto ed hanno stretto i denti continuando ad essere una delle stelle dell'heavy metal del nostro paese, una band che non ha nulla da invidiare nemmeno alle stelle più grandi ed ancora di meno in quest'ultimo periodo musicale internazionale!
Ultima fatica quindi per gli Skanners. Si chiama "Factory Of Steel". Un nome molto “metallaro” che richiama una musica molto “metallara” senza enormi e pompose pretese, per cui ho ascoltato con estremo piacere il materiale che i nostri hanno da poco rilasciato.
Il mio consiglio di fare vostro questo disco è imperativo: non bastano plurime audizioni per rendersi conto di che buonissimo disco i nostri siano stati capaci di creare, nonostante il genere abusato e stuprato da molti anni. Mi sono stupito di vedere che c'è della scuola tedesca nel sound della band, così come i taglienti e ottimi riff non possono troppo essere accostati al suono tipico inglese. C'è meno pomposità e più rock 'n roll, ossia il tratto che preferisco in una band che suona power/heavy. Claudio Pisoni dietro al microfono sembra essere in perfetta forma e nessuno degli altri competenti musicisti si ritrova scalfito nell'abilità, nemmeno dopo tanti anni e la nitidissima produzione rende onore al massimo ad ogni nota e ad ogni ritmo.
C'è tutto quello che occorre, ogni altra parola è superflua. Fate vostro questo discone. Merita!

Track by Track
  1. Never Give Up 65
  2. Iron Man 80
  3. Factory Of Steel 70
  4. Hard And Pure 65
  5. Thunder In My Hand 65
  6. Story Of Sound 75
  7. We Rock The Nation 75
  8. Lords Of Lies 75
  9. When I Look In Your Eyes 80
  10. To Survive 80
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 60
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
73

 

Recensione di carnival creation » pubblicata il --. Articolo letto 1375 volte.

 

Articoli Correlati

News
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.