In Aevum Agere «Labyrinth Of Emptiness» (2009)

In Aevum Agere «Labyrinth Of Emptiness» | MetalWave.it Recensioni Autore:
carnival creation »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
1081

 

Band:
In Aevum Agere
[MetalWave] Invia una email a In Aevum Agere [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di In Aevum Agere [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di In Aevum Agere [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di In Aevum Agere

 

Titolo:
Labyrinth Of Emptiness

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Bruno Masulli :: All Vocals + Narration + All Guitars
Luca Coppola :: Bass
Fabio Parisi :: Drums

 

Genere:

 

Durata:
16' 3"

 

Formato:
Promo CD

 

Data di Uscita:
2009

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Seconda puntata per un'altra delle creature di Bruno Masulli. “Labirynth Of Emptiness” non è altro che un singolo estratto dal prossimo album che vedrà la luce non troppo lontano da adesso, un semplice e bel singolo però, fatto di tante piccole sfaccettature che lo rendono speciale.
La title-track, prima traccia, affonda le sue radici nel lato più oscuro del Power Metal, quel sentiero preso da pochi ma molto affascinante col suo incedere in pieno stile Doom.
Non lasciatevi ingannare dal sottogenere “lento e noioso” poiché il Doom rappresentato qui non rallenta la sua componente Power, anzi, la rende solo più buia e malinconica.
Buona canzone, anche presentata all'Hammer Of Doom in Germania il 31 Gennaio scorso, festival del quale hanno fatto parte anche i nostri “In Aevum Agere”. E come biasimare il vecchio volpone Bruno Masulli! E' presente in parecchi gruppi, figuriamoci se si lascia scappare un'occasione del genere!
“The Darkness Teller”, canzone che probabilmente (a detta dell'artista) non farà parte del prossimo album, è invece più lenta e macchinosa ma lontana dall'essere banale nonostante la sua predisposizione alla ripetizione, effetto naturalmente voluto e francamente molto buono per sottolineare al meglio le liriche, profonde e deprimenti quanto basta.
Passando la parola alla famosa, sensazionale “'A Livella” cosa potrei dire se non “Bruno, mannaggia a te! Mi hai fatto venire la pelle d'oca!” ?
Poesia del mitito Totò e recitata dal nostro, ormai eroe, Bruno Masulli, è una semplice ma non per questo banale traccia che sembra prelevata da un audio-libro di letteratura.
Interpretata in modo stupefacente dal nostro amico napoletano in pieno stile partenopeo, meraviglioso, suggestivo, grottesco e assolutamente commovente. “'A morte 'o ssaje ched'è?...è una livella, 'nu re, 'nu magistrato, 'nu grand'ommo.”, eh sì, il lato oscuro di Antonio De Curtis senza dubbio.
Attendiamo il futuro album, nel frattempo torno a commuovermi con la livella. Mi dispiace solo che molta gente ignorante non riuscirà mai a comprendere l'effettiva profondità di tale poesia.

Track by Track
  1. Labyinth Of Emptiness 75
  2. The Darkness Teller 70
  3. 'A Livella (Special Bonus Track) 95
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 80
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
76

 

Recensione di carnival creation » pubblicata il --. Articolo letto 1081 volte.

 

Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.