Savior From Anger «No Way Out» (2007)

Savior From Anger «No Way Out» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Thanatos »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
1917

 

Band:
Savior From Anger
[MetalWave] Invia una email a Savior From Anger [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Savior From Anger [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Savior From Anger

 

Titolo:
No Way Out

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Alessandro Granato- Voce
Marco Ruggiero- Chitarra
Riccardo Ponzi- Basso
Stuart Franzoni- Batteria

 

Genere:

 

Durata:
20' 56"

 

Formato:

 

Data di Uscita:
2007

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

La neonata band "Savior From Anger" è un progetto solista dell'ex chitarrista partenopeo di Landguard e Nameless Crime, Marco Ruggiero. "No Way Out" è la demo che ci viene consegnata nell'attesa del'uscita del full-lenght omonimo, prevista per il 2008.
Il Ruggiero, forte dell'esperienza nelle precedenti bands, ambisce a costituire un continuum dei precedenti rodaggi, seguendo principalmente un manifesto power-thrash con lo scopo principale di formare un gruppo i cui membri abbiano le caratteristiche adeguate al genere.
Tant'è vero che le peculiarità tecniche dei musicisti sono poste decisamente in primo piano, lasciando quindi vasti spazi a parti esclusivamente strumentali, assoli e delicate distorsioni, a discapito delle linee vocali di Alessandro Granato.
Fondamentalmente ci troviamo di fronte ad un gruppo che ha buone idee e riesce ad applicarle in maniera corretta, la cui priorità assoluta è trasmettere vibrazioni propriamente heavy e che prende esempio principalmente da bands storiche del passato come Iron Maiden e Black Sabbath.
Ma per chi vive di pane e power, il sound che attraversa le quattro tracks a nostra disposizione potrebbe apparire come nulla di trascendentale od originale, poiché, eccetto "Claustrophobia", le altre tracks sembrano una il proseguimento dell'altra, dal momento che i riff e le impostazioni compositive cambiano di poco.
Sommariamente posso sicuramente affermare che è un lavoro poco originale e senza spunti melodici o tecnici interessanti, nonostante le carte in regola, per apportare un po' di esclusività al sound, ci siano tutte.
Spero in ogni modo di essere smentita con l'uscita del full-lenght.

Track by Track
  1. Claustrophobia 75
  2. Victime of Rage 70
  3. No Way Out 65
  4. Killing Greed 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 60
  • Originalità: 65
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
68

 

Recensione di Thanatos » pubblicata il --. Articolo letto 1917 volte.

 

Articoli Correlati

News
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.