Delyria «At the Wane of the Sun» (2006)

Delyria «At The Wane Of The Sun» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Src »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
1039

 

Band:
Delyria
[MetalWave] Invia una email a Delyria [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Delyria [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Delyria

 

Titolo:
At the Wane of the Sun

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Andrea Germinario (vocals)
Fabio Barbetti (guitar)
Giancarlo Lucheroni (guitar)
Daniele Cavalli (drums)
Francesco Angelini (bass)

 

Genere:

 

Durata:

 

Formato:

 

Data di Uscita:
2006

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Eccoci con i Delyria, gruppo death metal grossetano, che ci propongono il loro primo demo At the Wane of the Sun. Il death proposto è in pieno stile anni 90, molto vicino ai Death stessi (in particolare periodo Human), fino ad avvicinarsi al thrash alla Testament. Le danze aprono con Fragile Machines, dove si sentono molti riferimenti relativamente ai due gruppi sopra citati, ma che tutto sommato riesce spesso a sconfinare su nuovi orizzonti con un pò di originalità. Stessa identica filosofia seguita sulla title track At the Wane of the Sun, dove si notano comunque le doti tecnico-musicali della band, veramente buone. Un cambio di direzione si ha invece con Black Wave dove la sonorità cambia completamente miscelando un pò di metal classico e thrash classico, sconfinando ogni tanto un pochino nel nu-metal (non linciatemi, mi sembra così), girando troppo però su cose già sentite e un pochino noiose. Chiude il demo Against Blood: anche qui, buon pezzo, suonato molto bene, ma sono troppi i richiami a roba già sentita. Tutto sommato però un buon brano.
Non voglio però essere troppo cattivo con questo gruppo perchè si sente l impegno e la buona tecnica, la voglia di suonare... Cè però bisogno di staccarsi un pò dai gruppi base per creare cose nuove, anche perchè stiamo parlando di gruppi che hanno fatto la storia del death metal (e che il sottoscritto ancora, a distanza di anni, ancora ascolta una volta al giorno, come le medicine) ma che comunque utilizzavano quelle sonorità 10 anni fa: direi che è ora di svilupparsi un pò oltre.
Nota positiva per la qualità dei pezzi, veramente ottima; nota dolente per la copertina: non mi piace proprio!
Coraggio ragazzi, al prossimo demo.

Track by Track
  1. Fragile Machines 70
  2. At the Wane of the Sun 75
  3. Black Wave 50
  4. Against Blood 60
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 40
  • Originalità: 50
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
63

 

Recensione di Src » pubblicata il --. Articolo letto 1039 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.