Eternal Silence «Timegate Anathema» (2021)

Eternal Silence «Timegate Anathema» | MetalWave.it Recensioni Autore:
reira »

 

Recensione Pubblicata il:
02.11.2021

 

Visualizzazioni:
347

 

Band:
Eternal Silence
[MetalWave] Invia una email a Eternal Silence [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Eternal Silence [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Eternal Silence [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Eternal Silence [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Eternal Silence [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Eternal Silence [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di Eternal Silence

 

Titolo:
Timegate Anathema

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Marika Vanni - Vocals
Alberto Cassina - Guitar/Vocals
Alessio Sessa - Bass
Andrea Zannin - Drums
Enzo Criscuolo - Guitar

 

Genere:
Symphonic Metal

 

Durata:
50' 0"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
08.10.2021

 

Etichetta:
Rockshots Music
[MetalWave] Invia una email a Rockshots Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Rockshots Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Rockshots Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Rockshots Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di Rockshots Music

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Asher Media Relations
[MetalWave] Invia una email a Asher Media Relations [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Asher Media Relations [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Asher Media Relations [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Asher Media Relations

 

Recensione

Gli Eternal Silence sono in giro dal 2008 e hanno saputo ritargliarsi una parte nel difficile e saturo mondo del metal sinfonico e affini.
A conferma di ciò, hanno avuto nel tempo la possibilità di supportare band di tutto rispetto, come Therion e Temperance giusto per citarne alcune, e di calcare palchi in eventi piuttosto rilevanti.
Questa solida esperienza dal vivo li ha portati a una buona coesione come artisti e ha permesso che nel 2021 fossero ancora attivi e ricchi di idee, al punto tale da fare uscire una nuova proposta.
Cuffie alla mano, dunque.
Iniziamo con The way of time, un buon pezzo dinamico che si esprime su sonorità a cavallo tra gothic e speed, forse un po’ troppo lungo.
Edge of the dream ha un valido ritornello e si presterebbe bene come colonna sonora; con Ancient Spirit troviamo qualcosa di interessante: uno sfondo quasi folk che dona un tocco originale al tutto e un chorus accattivante.
Ci avviciniamo a un contesto metal più diretto con Heart of lead, sebbene perda un po’ della verve, precedente si rivela comunque un piacevole pezzo.
La ballad arriva con Lonely, dolce con un animo rock che ben si intreccia all’interpretazione del cantante che si rivela delicata e introspettiva.
Glide in the air è una sorpresa dato che si discosta lievemente dal sound della prima parte del disco: suona più moderna, meno metal e più industrial, il risultato è gradevole.
Rain torna su un metal gothic, ma con qualche sfumatura dark senza però che si crei un suono troppo appesantito e questo è un bene; per quanto concerne My soul sad until death credo sia uno delle song maggiormente rappresentative della band e della sua evoluzione data la sua energia e il suo equilibrio tra un power e un metal più sinfonico, sapientemente gestito dalla potente voce della cantante.
Un breve sipario che ammicca nuovamente al folk con Firefly, apprezzabile e soave con i giri di chitarra da sfondo che rende il tutto molto intimo.
Arriviamo quindi alla conclusione attraverso le note di Red death masquerade, perfetta per chiudere con stile un’opera abbastanza ricca.
Gli Eternali Silence ci hanno proposto un lavoro pulito, moderno sotto alcuni aspetti, ma ben ancorato alle radici del genere e quindi con un occhio di riguardo al passato, in un certo senso. Ovviamente con “passato” mi riferisco a circa vent’anni fa, periodo nel quale il metal di stampo sinfonico ha conosciuto il suo apice.
Alcuni brani risultano maggiormente incisivi e hanno quella punta di personalizzazione che spesso noi ascoltatori ricerchiamo, altri sono un po’ meno originali, per cosi dire.
Sicuramente la coerenza di Timegate Anathema va premiata, come le chitarre che ho molto apprezzato e, non meno importante, le voci dei due cantanti che hanno saputo donarsi a vicenda senza sovrastarsi nella lotta della leadership.
Gli Eternali Silence stanno facendo un ottimo percorso, come è giusto che sia dopo tredici anni di carriera, quindi a me non resta che supportarli e consigliare questo loro lavoro soprattutto se appassionati del genere.

Track by Track
  1. The way of time 75
  2. Edge of the dream 75
  3. Ancient spirit 75
  4. Heart of lead 75
  5. Lonely 75
  6. Glide in the air 75
  7. Rain 75
  8. Mysoul sad until death 75
  9. Firefly 75
  10. Red death masquerade 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 65
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
74

 

Recensione di reira » pubblicata il 02.11.2021. Articolo letto 347 volte.

 

Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.