Vilemass «Gore Weed Distortion» (2021)

Vilemass «Gore Weed Distortion» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
10.04.2021

 

Visualizzazioni:
489

 

Band:
Vilemass
[MetalWave] Invia una email a Vilemass [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Vilemass [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Vilemass [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Vilemass

 

Titolo:
Gore Weed Distortion

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Leo Pizzi :: Drums;
- Pietro Dell'Olio :: Guitars;
- Antonio Cosmai :: Vocals, Bass;

 

Genere:
Brutal Death Metal

 

Durata:
30' 14"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
27.02.2021

 

Etichetta:
Cult Of Parthenope
[MetalWave] Invia una email a Cult Of Parthenope [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Cult Of Parthenope [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Cult Of Parthenope [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Cult Of Parthenope

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Il trio dei Vilemass debutta oggi con il primo full lenght “Gore Weed Distortion”, disco questo preceduto da un Ep, e composta da dieci tracce che richiamano l’attenzione sin da subito su Deicide, Morbid Angel e Cannibal Corpse, insomma quanto c’è di meglio nel panorama del death Metal mondiale. I furiosi contenuti del lavoro incentrano tutto il proprio potenziale su riff dinamici, cinici e deleteri che tanto piacciono a chi ama le summenzionate band. Rilevanti anche i repentini mutamenti ritmici all’interno dei quali spaziano brutalità, groove anche tutto ciò che ispira a non seguire con precisione un certo schema lasciandosi così andare e dare spazio alla propria più malata creatività. Qualche brano pare in alcuni tratti un po’ troppo ripetitivo ma il tutto fa spesso parte dell’andare oltre gli schemi e per una band di questo calibro ogni cosa è indubbiamente ammessa. La mattanza inizia con “Brain Filth Waves”, “Beast Of No Land” e “Carnage By S…t”, tre brani che sin da subito ci fanno comprendere la forza della band che grazie all’ottima scuola che ne forgia alla base l’ispirazione, offre uno scenario tra suoni ruvidi e tanta brutalità; terrificante l’attacco di “ Blaze To Sanify” mentre i riff e le ritmiche terrificanti di “Murderous Insanity” lo rendono uno dei migliori brani del platter, al pari di “Fire Od Apocalypse” brano tipicamente ispirato ai maestri Cannibal Corpse. Un disco appagante ma che indubbiamente con una seconda chitarra avrebbe forse offerto un impatto ancora più consistente; in ogni caso per il momento i Vilemass ci convincono.

Track by Track
  1. Brain Filth Waves 70
  2. Beast Of No Land 70
  3. Carnage By S..t 70
  4. Perverse Affliction 75
  5. Blaze To Sanify 75
  6. Gore Weed Distortion 70
  7. Made Of Lies 70
  8. Murderous Insanity 75
  9. Fire On Apocalypse 75
  10. Fire On The End 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
72

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 10.04.2021. Articolo letto 489 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.