Antipathic «Covered With Rust» (2020)

Antipathic «Covered With Rust» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
23.07.2020

 

Visualizzazioni:
228

 

Band:
Antipathic
[MetalWave] Invia una email a Antipathic [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Antipathic [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Antipathic [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Antipathic

 

Titolo:
Covered With Rust

 

Nazione:
Italia / U.s.a.

 

Formazione:
Giuseppe Tatangelo :: Lead Vocals, Bass Guitar
Chris Kuhn :: Guitars, Drums

 

Genere:
Extreme Metal

 

Durata:
14' 4"

 

Formato:
EP

 

Data di Uscita:
03.04.2020

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Strana scelta questa del duo italo americano chiamato Antipathic, che dopo un Ep e un full length, ci presentano ciò che potremmo sommariamente definire come un singolo a sé stante, visto che l’unico brano davvero nuovo è il primo in scaletta, mentre il secondo è un rifacimento di un loro vecchio brano chiamato “Autonomous Mechanical Extermination”, e i restanti due brani sono due covers ribattezzate per qualche strano motivo, ovvero “Don’t care” degli Obituary, e “Covered with sores” dei Cannibal Corpse (di cui gli Antipathic ripropongono la copertina del loro secondo album, di fatto), delle quali l’ultima è non male anche se rifatta più in versione gore/slam, mentre la prima onestamente non si può proprio sopportare. Due sono dunque i brani veri per gli Antipathic, dei quali il primo suona un po’ nella media e già sentito, mentre “Reautonomous” suona non male, più contorta e con caratteristiche ritmiche peculiari tipo “Pierced from Within” dei Suffocation.
E non c’è altro da dire per questo disco che francamente non è male, ma che non è comunque qualcosa di classico e di imprescindibile proprio per via della brevità del materiale proposto. Per soli fans del genere musicale Slam/gore/grind.

Track by Track
  1. Inexorable hierarchy 65
  2. Reautonomous 65
  3. IDGAF (Cover Obituary) S.V.
  4. Covered with rust (Cover Cannibal Corpse) S.V.
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 65
  • Originalità: 60
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
65

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 23.07.2020. Articolo letto 228 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.