Bethany Neville «Rest In Peace» (2020)

Bethany Neville ĞRest In Peaceğ | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
06.06.2020

 

Visualizzazioni:
271

 

Band:
Bethany Neville
[MetalWave] Invia una email a Bethany Neville [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Bethany Neville [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Bethany Neville

 

Titolo:
Rest In Peace

 

Nazione:
Australia

 

Formazione:
- Bethany Neville :: clean vocals;

 

Genere:
Alternative / Indie Rock

 

Durata:
53' 16"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
14.04.2020

 

Etichetta:
Sliptrick Records
[MetalWave] Invia una email a Sliptrick Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Sliptrick Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Sliptrick Records

 

Distribuzione:
---

Dead Pulse
[MetalWave] Invia una email a Dead Pulse [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Dead Pulse [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Dead Pulse

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Diciamo che questo disco intitolato “Rest In Peace” di Bethany Neville, artista di indubbio spessore, nulla ha a che fare con il metal e con ciò che tratta la nostra web magazine. Un ottimo disco immagino per gli addetti ai lavori, ma valutare un genere come questo, poco appartiene a noi metallers essendo il tutto necessariamente riconducibile a contesti appartenenti al synth pop, alternative electronic e nulla di più. Incredibile è l’espressività dell’autrice, sempre contornata da un mondo che pare surreale sia in termini di oscurità che di melodie e clean angelici. Se qualcuno cerca distorti e compattezza metal in un disco del genere è totalmente fuori strada; ciò che mi sento di elogiare è l’ottimo clean, ma nulla di più anche perché musicalmente l’intero lavoro è frutto di un synth dalle diverse sfaccettature che consentono all’ autrice di esternare i propri sentimenti protesi ad una sorta di mutamento interiore in cui il quotidiano personaggio reale lascia il posto ad un altro che aspira ad avere una vita migliore. Dall’ascolto si ravvisa una sorta di angoscia interiore che, brano dopo brano, ripercorre i drammi di una vita alla vana ricerca del proprio riscatto. Un disco che, pur non avendo nulla a che fare con il metal da noi di solito trattato, merita un certo rispetto per l’impegno prestato.

Track by Track
  1. Secrets Of Trauma S.V.
  2. Pretty Girl From Hell S.V.
  3. Smile S.V.
  4. Get Away With Murder S.V.
  5. Bound To Fables S.V.
  6. Dear Violet S.V.
  7. Me And The Devil S.V.
  8. Liquor S.V.
  9. Unpacking The Mind S.V.
  10. Uncomfortable S.V.
  11. Faith S.V.
  12. Radio S.V.
  13. What Happened To Me S.V.
  14. Horror Movie S.V.
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 55
  • Originalità: 55
  • Tecnica: 50
Giudizio Finale
54

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 06.06.2020. Articolo letto 271 volte.

 

Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.